Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Incidenti stradali Santa Lucia e Golosine / Via Roveggia

Scappa dopo l'incidente: 25enne viene incastrato da testimoni e telecamere

Nella serata di mercoledì si è scontrato con la propria Mercedes contro Ford Focus ferma al semaforo tra via Roveggia e via Murari Brà, dopodiché si è allontanato senza sincerarsi delle condizioni di salute dell'altro guidatore

Sono bastate poche ore per individuare l'automobilista che nella serata di mercoledì è rimasto coinvolto in un incidente stradale avvenuto in via Roveggia, all'incrocio con via Murari Bra, e che poi si è dato alla fuga senza prestare soccorso ai feriti. 
Fondamentali le testimonianze di due persone presenti e l'acquisizione delle immagini della videosorveglianza da parte della Polizia Municipale, grazie alle quali è stato possibile identificare il numero di targa dell'auto, che è stata fermata e sottoposta a sequestro penale.

Giovedì mattina il conducente responsabile del sinistro si è presentato presso il Nucleo Infortunistica Stradale. Si tratta di un 25enne veronese, al quale (oltre ad essere stato notificato il verbale di sequestro) è stata anche contestata la violazione per essersi allontanato dal luogo del sinistro senza prestare soccorso e senza collaborare con le forze dell'ordine, con contestuale ritiro della patente di guida.

Secondo le prime ricostruzioni, il giovane era alla guida di una Mercedes quando, percorsa via Murari Bra, si è immesso in via Roveggia colpendo una Ford Focus ferma al semaforo e provocandole danni importanti sulla parte anteriore.

Dopo essersi fermata qualche istante, la Mercedes è ripartita verso via Po, facendo perdere le proprie tracce ed è stata poi rintracciata nel cortile di casa di uno dei genitori del ragazzo.
Il conducente della Ford, 30enne residente a Castel d'Azzano, è stato trasportato al pronto soccorso di Borgo Trento, dal quale è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.

“Grazie all’ausilio delle telecamere presenti in città, tutti coloro che fuggono dopo un incidente vengono identificati - afferma l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato -. Infatti, oltre a svolgere una funzione importante per ricostruire la dinamica di un incidente, le telecamere ci consentono anche di rintracciare e identificare tutti coloro che, anziché prestare soccorso e collaborare con le forze dell’ordine, tentano la via della fuga sperando di non essere identificati. Sono atteggiamenti che non possono essere tollerati, che continueremo a contrastare con tutti i mezzi a disposizione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scappa dopo l'incidente: 25enne viene incastrato da testimoni e telecamere

VeronaSera è in caricamento