menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cavalcaferrovia dove è avvenuto l'incidente (Foto Gmaps)

Il cavalcaferrovia dove è avvenuto l'incidente (Foto Gmaps)

Identificato il ciclista morto a Roncanova: è il 45enne Paolo Morelato

Molto conosciuto a Salizzole, dove lavorava in zona Valmorsel nell'azienda di famiglia, l'ebanisteria Morelato, specializzata in mobili di design. Lascia una moglie e i due figli

Era salito sulla sua bicicletta senza documenti e senza cellulare, per questo è stato difficile identificarlo, ma alla fine è stato possibile dare un nome alla vittima dell'incidente stradale avvenuto ieri, 12 settembre, a Roncanova di Gazzo Veronese. Il ciclista deceduto dopo lo scontro frontale con un'auto è il 45enne Paolo Morelato, uomo molto conosciuto a Salizzole. Lavorava nell'azienda di famiglia, l'ebanisteria Morelato, nota per i suoi mobili di design. La sede dell'azienda è a Valmorsel di Salizzole e non molto distante viveva Paolo con la moglie e i due figli.

Paolo Morelato è morto ieri sul cavalcaferrovia di Via Roma, a Roncanova. Pedalava sulla sua corsia, quando è stato centrato dall'auto di un 38enne di Correzzo, altra località di Gazzo Veronese. Pare che il veicolo abbia sbandato durante un sorpasso, ma sull'esatta dinamica dell'incidente sono sempre al lavoro gli agenti della polizia stradale di Legnago. Nello scontro, Paolo Morelato sarebbe finito prima contro il parabrezza della vettura, rompendolo, e poi sarebbe stato sbalzato giù dal ponte, cadendo da un'altezza di una ventina di metri. Il guidatore dell'auto si sarebbe poi fermato e avrebbe subito chiamato i soccorsi.
Sul posto sono giunti i sanitari del 118, gli agenti della polizia stradale ed anche i vigili del fuoco. Il ritrovamento del corpo di Paolo Morelato non è stato immediato, perché nascosto dal verde. Una volta localizzato, però, non è stato possibile far nulla per salvarlo, perché il 45enne era già spirato. Il recupero della salma è stato affidato ai pompieri, mentre cominciavano le ricerche dell'identità del ciclista, i cui unici segni di riconoscimento erano uno smartwatch, una catenina e la sua bicicletta. C'è voluto del tempo per scoprire che la vittima era Paolo Morelato, mentre il 38enne veniva portato all'ospedale di Legnago dove è stato sottoposto all'alcol-test e ad esami tossicologici. Ad entrambi è risultato positivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento