Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agli arresti domiciliari il 38enne che ha investito e ucciso Paolo Morelato

L'uomo è accusato di omicidio stradale. Pare che fosse alla guida sotto l'effetto di alcol e di altre sostanze e avesse eseguito un sorpasso in un tratto di strada dove non era consentito

 

Questa mattina, 17 settembre, nel campo sportivo di Concamarise, si è tenuto il funerale di Paolo Morelato, il 45enne deceduto sabato scorso nell'incidente stradale avvenuto a Roncanova di Gazzo Veronese. L'uomo era in sella alla sua bicicletta e stava pedalando sul cavalcaferrovia di Via Roma quando è stato investito dall'auto guidata da un 38enne residente nella frazione di Correzzo, sempre a Gazzo Veronese. La cerimonia si è svolta nel campo sportivo per ragioni di spazio e sicurezza. In tanti hanno voluto dare l'ultimo saluto ad un'imprenditore molto noto, appartenente alla famiglia che ha creato a Valmorsel di Salizzole l'azienda di mobili Morelato, nella quale Paolo lavorava. E quindi, per evitare assembramenti e rispettare le misure anti-Covid, è stato deciso di celebrare la funzione all'aperto e in un luogo che ha permesso ai partecipanti di mantenere il giusto distanziamento fisico.

Dell'incidente si sta occupando la magistratura con la collaborazione della polizia stradale veronese, comandata da Girolamo Lacquaniti, il quale ha confermato la notizia della convalida dell'arresto del 38enne. L'uomo alla guida dell'auto che ha investito Paolo Morelato si trova agli arresti domiciliari, con l'accusa di omicidio stradale. Le iniziali dell'arrestato sono F.M. e sembra che le responsabilità dell'incidente siano da imputare solo a lui. F.M. era alla guida della sua auto sotto l'effetto di alcol e di altre sostanze ed avrebbe eseguito il sorpasso di un camion in un tratto di strada dove i sorpassi non sono consentiti. Pare che il 38enne avesse terminato la manovra di sorpasso e sia finito contro il ciclista che proveniva dalla corsia opposta a causa di uno sbandamento.
Paolo Morelato ha sbattuto contro il parabrezza dell'auto ed è stato poi sbalzato tra la vegetazione sotto il ponte. I sanitati intervenuti sul posto hanno trovato il corpo del ciclista, ma ormai per lui non c'era più niente da fare. Il recupero del suo corpo è stato effettuato grazie al lavoro dei vigili del fuoco, mentre gli agenti della polizia stradale si sono occupati dei rilievi ed hanno proceduto all'arresto di F.M..

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento