Giovedì, 21 Ottobre 2021
Incidenti stradali Arcole

Verona, padre e figlio in moto centrati da un'auto finiscono in ospedale

Tragico giro in moto nel Vicentino per un 45enne sulla sua Guzzi e il figlioletto di 14 anni seduto dietro. Una 22enne li ha travolti con una Civic ad uno svincolo. Schianto anche a Camporovere

Si trova ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Vicenza il 45enne veronese ferito nell'incidente avvenuto a Montecchio Maggiore assieme al figlio. Nel terribile schianto è rimasta coinvolta una ragazza di 22 anni, Nella Stevanovic, di origine slava. L'unico in pericolo di vita, però, rimane Roberto Giarolo, residente ad Arcole con la famiglia, che domenica aveva deciso di concedersi un giro in moto sulla sua Guzzi, in compagnia del figlio, 14 anni, seduto dietro, stretto al papà. Lo schianto è avvenuto poco dopo le 18, sulla tangenziale, all'altezza dell'incrocio tra Arzignano e Montorso. Secondo le prime ricostruzioni della vicenda da parte dei carabinieri, sembrerebbe che padre e figlio stessero viaggiando sulla tangenziale di Montecchio verso Montebello quando, in corrispondenza dello svincolo, sono stati travolti dall'Honda Civic condotta dalla 22enne che proveniva da Arzignano. L'impatto, non violentissimo, sarebbe stato però sufficiente a fargli perdere il controllo del mezzo mandandolo a sbattere contro il guard rail che divide le carreggiate. Sull'asfalto sono così finiti i due veronesi e per entrambi la situazione appariva tragica. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 di Arzignano che hanno chiamato l'elicottero per le gravi ferite riportate dal padre, trasferito d'urgenza a Vicenza. Il figlio, le cui condizioni erano preoccupanti, sarebbe fuori pericolo, grazie ai miglioramenti rilevati domenica sera. Il 14enne si trova ricoverato ad Arzignano, mentre il padre è in coma.

IN MONTAGNA - Un secondo incidente, in territorio vicentino, ha riguardato un ragazzo veronese, di 25 anni. Il giovane, come spiega l'Arena, stava viaggiando sulla sua Kawasaki verso Camporovere, dopo il passaggio sul passo Vezzena, quando, per causa ancora da accertare, avrebbe perso il controllo del manubrio rovinando sull'asfalto. L'allarme è scattato alle 11e50 di domenica mattina, sulla provinciale 349, grazie alla chiamata al 118 di alcuni pastori. L'intervento è stato a dir poco provvidenziale, dato che il ragazzo è finito a terra a ridosso di una curva cieca. Fortunatamente in quel momento il traffico era assente. I medici del 118 hanno trasferito il ferito al Pronto soccorso per le medicazioni lievi e una frattura alla mano sinistra. Agenti della polizia stradale di Schio sul posto per i rilievi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, padre e figlio in moto centrati da un'auto finiscono in ospedale

VeronaSera è in caricamento