Incidenti stradali

Nereo Gino Murari, il clochard veronese investito da un pirata a Roma

Da più di vent'anni, aveva deciso di vivere per strada nella capitale e con i suoi modi gentili e dignitosi si era conquistato la simpatia di molti romani, ora tristi per il suo decesso

Era originario di Verona, il clochard deceduto ieri, 7 gennaio, a Roma, investito da un'auto pirata intorno alle 5 del mattino in corso d'Italia. Proprio per le sue origini, veniva chiamato «Verona», ma anche «il clochard che legge», perché passava le sue giornate leggendo libri ai margini dei marciapiedi, incurante del traffico della Capitale. Il suo vero nome era Nereo Gino Murari e nel veronese vivono ancora i suoi famigliari, raggiunti ieri dalla triste notizia della sua scomparsa. Una notizia che ha rattristato anche i romani che lo conoscevano, come riportato da Mauro Cifelli su RomaToday.

Nereo Murari era nato a Verona nel 1945, ma da più di vent'anni aveva deciso di vivere per strada a Roma. Tutto ciò che aveva lo poteva trasportare sulla sua bici e, insieme a lui, anche Lilla, il suo inseparabile cane, che ieri ha vegliato sul corpo del senza fissa dimora veronese. La cagnolina è stata prima affidata ai veterinari del servizio comunale di Roma e poi è stata adottata da Cristina Innocenzi, una donna che spesso si fermava a parlare con Nereo Murari, portandogli anche la colazione o qualche pasto caldo.

Nelle testimonianze raccolte da Mauro Cifelli, si legge quanto Nereo Gino Murari fosse riuscito a conquistarsi la simpatia di chi aveva incontrato, vivendo con dignità la scelta di non avere un tetto. Leggeva tanto e, quando aveva qualche soldo, faceva prima mangiare la sua cagnolina e poi pensava al suo stomaco, senza però dimenticare la carità di coloro che aveva intorno, a cui lui a volte cercava di offrire un caffè.

Un clochard gentile e dignitoso, così viene ricordato Nereo Gino Murari, e dopo la sua morte la polizia locale di Roma si è messa al lavoro per rintracciare il pirata della strada che lo ha investito, mentre lui attraversava corso d'Italia sulle strisce pedonali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nereo Gino Murari, il clochard veronese investito da un pirata a Roma

VeronaSera è in caricamento