Sbalzato fuori dall'auto e annegato in un canale, la morte di Luca Pavan

L'operaio di 53 anni è deceduto in seguito all'incidente avuto al volante della sua Alfa Romeo a Cologna Veneta. Da chiarire le cause che hanno portato il veicolo a sbandare e a finire fuori strada

(Foto di repertorio)

Si chiama Luca Pavan, l'operaio di 53 anni, morto nella notte tra venerdì e sabato, 18 e 19 luglio, sul tratto della Strada Provinciale 500 denominato Via Ronchi, a Cologna Veneta. L'uomo aveva tre figli e si era da poco separato dalla moglie, che vive con i figli a Legnago, mentre lui si era trasferito a Villa Bartolomea.
Per accertare le cause del decesso non c'è stato bisogno di autopsia. Il 53enne è morto per annegamento nella tubazione interrata del canale, vicino alla strada. A ritrovare il suo corpo sono stati i sommozzatori dei vigili del fuoco. In quella tubazione, Luca Pavan ci è finito in seguito ad un incidente stradale avvenuto intorno all'una di notte, la cui dinamica è in fase di accertamento.
Pare che Pavan fosse alla guida della sua Alfa Romeo e che con lui viaggiasse con un cittadino originario del Marocco di 33 anni. Una volta superata Cologna Veneta, Pavan avrebbe perso il controllo dell'auto che, sbandando, sarebbe finita fuori strada, sbalzando all'esterno i due uomini. Il 33enne è riuscito a trascinarsi sulla strada e a chiamare aiuto. I soccorritori lo hanno poi portato all'ospedale di Borgo Trento per curare le fratture da lui ripartato. L'uomo però ha dichiarato che con lui c'era il 53enne di Villa Bartolomea. Sono così iniziate le ricerche di Luca Pavan, la cui auto nel frattempo aveva preso fuoco. I pompieri hanno spento le fiamme della vettura e poi hanno aiutato i carabinieri nelle ricerche che sono andate avanti tutta la notte e che si sono concluse ieri mattina con il ritrovamento del corpo del guidatore annegato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Il Veneto dal 16 gennaio è la Regione più a rischio zona rossa con il prossimo Dpcm

  • La zona arancione che in Veneto durerà almeno fino al 15 gennaio spiegata semplice

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Rt del Veneto «sfiora» il valore 1, ma la Regione finisce comunque in zona arancione, perché?

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

Torna su
VeronaSera è in caricamento