Ruba un furgoncino e va a sbattere con tutto, anche contro i carabinieri

Notte di follia a Legnago per un 31enne finito in carcere con le accuse di tentato omicidio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e rapina

L'auto dei carabinieri distrutta dopo il frontale con il camion della raccolta dei rifiuti a Legnago (Foto dei carabinieri)

Inizialmente, si è anche temuto che si trattasse di un caso di terrorismo legato al radicalismo islamico. Un'ipotesi esclusa dai carabinieri, che suppongono si sia trattato del gesto compiuto da un uomo alterato dall'alcol e/o da sostanze stupefacenti. Un uomo di origine marocchina, 31enne, iniziali A.K., con precedenti penali legati soprattutto ai furti e che ora si trova nel carcere di Montorio con queste accuse: tentato omicidio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e rapina.

Questa mattina, 12 ottobre, è stato il comandate provinciale dei carabinieri di Verona Ettore Bramato, insieme ai militari di Legnago, a dare conto dell'arresto avvenuto ieri sera intorno alle 23.30, dopo un inseguimento con speronamento durato circa dieci minuti per le vie legnaghesi. La serata dei carabinieri era cominciata circa mezz'ora prima quando i militari hanno fermato A.K. in via Frattini. L'uomo sembrava alterato e dalla banca dati delle forze dell'ordine risultava che il 31enne fosse gravato da un foglio di via. In realtà, il provvedimento era datato e non era stato aggiornato. Così, A.K. è stato rilasciato. Poco dopo però, l'uomo avrebbe cominciato a litigare con dei connazionali e non solo. A quel punto, il 31enne avrebbe perso il controllo.

Il quarto d'ora di follia è cominciato con lo strattonamento dell'addetto alla guida del furgoncino per la raccolta dei rifiuti porta a porta di Legnago. A.K. lo avrebbe preso e spinto fuori dal mezzo per mettersi al volante. Più o meno da via Frattini è cominciata la corsa del 31enne, una corsa non lineare, perché l'uomo è andato a sbattere contro auto parcheggiate, idranti e portoni di casa. In poco tempo sono arrivate le prime chiamate ai carabinieri, mentre A.K. dal centro di Legnago avrebbe guidato in direzione della Transpolesana. Le auto dei militari sul posto, coordinandosi via radio, sono riuscite ad intercettare il camioncino in via Verona. La Punto dei militari procedeva in direzione opposta a quella del furgoncino e alle sue spalle aveva un'altra vettura, una Bmw guidata da una cittadina che si è trovata lì per caso. Il 31enne non si è voluto fermare ed è andato dritto contro la Punto dell'Arma. Quest'ultima è rimbalzata poi contro la Bmw. La corsa di A.K. è terminata poco distante. L'uomo è sceso dal mezzo e ha accennato una fuga a piedi, ma alla fine è stato bloccato.

Oltre ai carabinieri, sul posto ieri sono intervenuti anche la polizia stradale per i rilievi del caso e i vigili del fuoco per la messa in sicurezza delle vetture incidentate.

In totale, si sono contati cinque feriti, quattro carabinieri e la donna alla guida della Bmw. Le ferite refertate ai militari sono guaribili in meno di venti giorni, più lievi quelle della donna che dovrebbe riprendersi in cinque giorni. Gravi invece i danneggiamenti procurati dal 31enne. Ovviamente l'auto maggiormente danneggiata è la Punto dei carabinieri e fortunatamente i militari sono saltati fuori dall'auto prima dell'impatto. I carabinieri ora si attendono una decina di denunce da parte di coloro che hanno subito dei danni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Basta denunciarlo...poi pagherà tutti i danni arrecati.

Notizie di oggi

  • Attualità

    Ztl, telecamere in uscita presto attive: oltre 800 verbali in 3 giorni di test

  • Attualità

    Polveri sottili entro i valori limite: annunciato lo stop del blocco agli Euro 4

  • Incidenti stradali

    Morte di Nereo Murari, rintracciata la pirata della strada che lo ha investito

  • Cronaca

    Stupra la baby sitter e viene arrestato: era stato minacciato con una katana a Trieste

I più letti della settimana

  • Risponde ad annuncio per baby sitter, ragazza violentata. Coppia veronese in manette

  • Allerta Pm10 a Verona: sforato il limite, scatta il blocco per i diesel Euro 4

  • Un anno di escort: Veneto prima regione e Verona nella top 20 delle recensioni

  • Rapina al "Famila" di Cologna Veneta: arrestato dopo colluttazione con il personale

  • Grazie al "Magic Hotel", Gardaland Resort diventa il primo polo italiano negli hotel a tema

  • Donna trovata morta sulla riva del fiume al porto San Pancrazio

Torna su
VeronaSera è in caricamento