Incidenti stradali in Veneto, la provincia che ne registra di più è Verona

Secondo i dati Istat riferiti al 2016, la provincia scaligera è quella che conta più morti e più feriti sulle strade rispetto agli altri territori veneti

(foto di repertorio)

Verona continua ad essere la provincia veneta in cui si verifica il maggior numero di incidenti stradali. A certificarlo è l'Istat che ha pubblicato le statistiche sull'incidentalità delle strade del Veneto. E la prima tabella evidenzia subito il primato della provincia scaligera.

tabella-incidenti-stradali-2016-2

Nel 2016 sono stati registrati 14.034 incidenti stradali in Veneto, che hanno causato la morte di 344 persone e il ferimento di altre 19.142. Rispetto al 2015, aumentano sia gli incidenti (+1,2%) che i morti (+9,2%), mentre il numero delle persone che hanno subito lesioni in un incidente rimane sostanzialmente stabile. Confrontando questi valori con i dati medi nazionali si nota che l'aumento degli incidenti stradali in Veneto è stato superiore rispetto a quello dell'Italia, con una doppia controtendenza: i morti sulle strade calano in Italia e crescono in Veneto, mentre i feriti aumentano in Italia ma non nel Veneto.

E in alto in questa classifica c'è Verona con oltre 3 mila incidenti nel 2016, qualche decina in meno rispetto al 2015, ma sempre prima provincia veneta per numero di incidenti stradali. Dal 2015 al 2016, inoltre, sono aumentati i morti sulle strade mentre sono diminuiti i feriti.

L'Istat ha inoltre quantificato il costo sociale dei danni causati dagli incidenti stradali in Veneto, un costo che si aggira intorno alla cifra del miliardo e mezzo di euro, che incide per oltre l'8% sul totale nazionale.

La pericolosità delle strade rimane alta sulla A4, la A13 e sulle statali 12 e 53, anche se il maggior numero di incidenti in regione si è verificato sulle strade urbane, provocando quasi la metà dei morti e i due terzi dei feriti. La maggior parte dei sinistri stradali avviene lungo un rettilineo, secondo i dati Istat, sia sulle strade urbane che su quelle extraurbane.

Nel periodo primaverile ed estivo la concentrazione degli incidenti è più elevata in Veneto, in coincidenza con la maggiore mobilità legata a periodi di vacanza. Tra maggio e settembre si contano quasi il 46% degli incidenti dell'anno. L'orario in cui ci sono più incidenti è quello che va dalle 8 alle 20, ma di notte si verificano quelli più mortali. 

La maggior parte degli incidenti stradali avviene tra due o più veicoli e la tipologia più diffusa in regione è lo scontro frontale-laterale, seguita dal tamponamento. L'incidente più pericoloso è lo scontro frontale, seguono l’urto con ostacolo accidentale e la fuoriuscita del veicolo. Gli incidenti a veicoli isolati risultano più rischiosi, rispetto a quelli che vedono coinvolti più veicoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’ambito dei comportamenti errati di guida, la guida distratta, il mancato rispetto della precedenza o del semaforo e il mancato rispetto della distanza di sicurezza sono le prime tre cause di incidente in Veneto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento