Indagata per omicidio stradale la donna che ha investito Manuel a Sandrà

Il sole oramai tramontato e la scarsa illuminazione della zona, sembrano essere le cause più probabili della morte del 15enne di Castelnuovo avvenuta giovedì sera. Sulla vicenda sta lavorando la polizia stradale di Bardolino

È indagata per il reato di omicidio stradale la donna che, alla guida della sua Volkswagen Polo, ha investito giovedì sera Manuel Malerba, 15enne di Castelnuovo del Garda, che in seguito all'impatto ha perso la vita. 

Non erano ancora le 22, quando il ragazzo in compagnia di altri quattro amici si è diretto verso la "Festa della Contea" che si stava svolgendo in un prato di Sandrà. Il gruppetto allora ha imboccato via Generale Zamboni e si è diretto verso la manifestazione tenendo la destra. Lungo la strada però lo spazio per i pedoni è praticamente inesistente e le persone che intendono percorrerla devono mettersi sull'erba o restare sul ciglio. In quel momento, è arrivata la Polo della donna, che procedeva nello stesso senso di marcia dei ragazzi e che se li sarebbe trovati davanti quando oramai era troppo tardi: uno è stato colpito dal veicolo senza riportare particolari ferite, un altro è stato poi portato a Peschiera per la frattura subita nell'impatto e Manuel invece è stato investito in pieno. 
L'automobilista si è subito fermata ed ha avvisato i soccorsi, mentre il corpo del ragazzo giaceva vicino ad un piccolo fosso poco lontano dalla strada: sul posto si è precipitato il personale del 118 con un'ambulanza, ma ogni tentativo di rianimare il 15enne è risultato vano. 

Sul posto è arrivata la polizia stradale di Bardolino per i rilievi di legge, aiutata anche dai carabinieri di Peschiera nella gestione della viabilità. Alla base della tragedia potrebbe esserci la scarsa illuminazione della via: con il sole oramai tramontato e nessun segnale luminoso ad indicare la presenza dei ragazzi (come la "torcia" che molti cellulari hanno tra le proprie funzioni), l'automobilista non avrebbe visto il gruppo, trovandoselo davanti solo quando oramai era troppo tardi. 
In ogni caso saranno le indagini delle forze dell'ordine a fare chiarezza sulla vicenda, mentre alla guidatrice per il momento è stata anche ritirata la patente, in attesa dei prossimi sviluppi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento