Incidenti stradali Strada Provinciale 6

Scontro frontale, fuga ed omissione soccorso: 48enne rintracciato e denunciato dalla polizia

L'incidente a Bosco Chiesanuova: dagli accertamenti svolti l'uomo 48enne denunciato dalla polizia stradale sarebbe anche privo della patente da cinque anni in quanto revocatagli

Polizia stradale

Un incidente stradale con scontro frontale in curva tra due auto, poi la fuga di uno dei veicoli e l'omissione di soccorso. È quanto la polizia stradale del distaccamento di Legnago ha potuto verificare nella prima serata di sabato 28 novembre nel Comune di Bosco Chiesanuova. Secondo quanto riferito dalla polizia, l'impatto è avvenuto in località Grietz lungo la strada provinciale 6, dove tre le 18.30 e le 19 una Citroen si sarebbe vista invadere la corsia a ridosso di una curva da parte di un Range Rover nero e con il quale non ha così poi potuto evitare di scontrarsi.

L'urto è stato violento, tanto che sul selciato sono poi stati ritrovati pezzi anche della carrozzeria di una vettura imponente e solida come lo stesso Range Rover. Quest'ultimo, tuttavia, dopo l'incidente si è dileguato e il conducente del veicolo ha fatto così perdere le proprie tracce, senza chiamare i soccorsi e prestare aiuto ai feriti. A bordo della Citroen, visibilmente danneggiata dopo l'urto, viaggiavano un uomo e una donna, quest'ultima contusa ma senza essere stata trasferita in ospedale, mentre per il guidatore in ospedale è stata stabilita dai medici una prognosi di ben 30 giorni a seguito delle ferite riportate.

La pattuglia della polizia stradale giunta a Bosco Chiesanuova per svolgere i rilievi sabato sera, vi ha poi fatto ritorno il giorno seguente. Domenica, infatti, gli agenti della polizia hanno condotto delle accurate indagini per cercare di risalire all'altro mezzo coinvolto nello scontro e poi dileguatosi. I poliziotti hanno dunque iniziato a raccogliere informazioni tra gli abitanti della zona per cercare di individuare dei potenziali proprietari di un Range Rover di colore nero, essendone appunto stati ritrovati pezzi di carrozzeria in strada dopo l'incidente.

A seguito di alcuni tentativi andati a vuoto in varie dimore per visionare le auto dei rispettivi abitanti, la tenacia dei poliziotti è stata alla fine premiata. Gli agenti hanno infatti individuato una famiglia dove risulterebbe domiciliato anche il presunto responsabile dell'incidente che si sarebbe trovato alla guida del Range Rover sabato sera. L'uomo, un imprenditore del '72, avrebbe la residenza altrove ma sarebbe ugualmente domiciliato nella medesima palazzina dove abitano anche altri suoi familiari. Al momento del controllo da parte degli agenti, l'uomo in questione non sarebbe stato trovato in casa, ma i poliziotti hanno chiesto per il tramite proprio dei familiari che si presentasse per mostrare loro l'automobile, essendo che quest'ultima non risultava essere parcheggiata nei pressi dell'abitazione.

Il 48enne si è così infine presentato al cospetto degli agenti della polizia stradale, conducendoli poi presso il luogo dove l'auto ricercata era stata da lui posteggiata, vale a dire in una zona di proprietà e connessa all'azienda di famiglia. La polstrada, a seguito degli ulteriori accertamenti, riferisce che la vettura non risulterebbe esere stata intestata all'uomo, bensì si tratterebbe di un'auto in leasing. Ad ogni modo, gli agenti della polstrada hanno poi scoperto che il 48enne sarebbe persino risultato sprovvisto della patente, poiché quest'ultima gli sarebbe stata ritirata nel 2015 e definitivamente revocata. La polizia non ha quindi potuto fare altro che denunciare l'uomo a piede libero per "fuga" ed "omissione di soccorso", riuscendo così in modo efficace a chiudere in poche ore dal sinistro un'indagine per nulla scontata e semplice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro frontale, fuga ed omissione soccorso: 48enne rintracciato e denunciato dalla polizia

VeronaSera è in caricamento