Tanti incidenti stradali in 48 ore a Verona: due ciclisti in prognosi riservata

Due giorni di super lavoro per la Polizia Municipale e i soccorritori veronesi, intervenuti in molte zone della città a causa dei molti incidenti avvenuti tra venerdì e sabato

Numerosi incidenti stradali sono avvenuti tra ieri ed oggi in città. Due giovani ciclisti trasportati in prognosi riservata all'ospedale di Borgo Trento e tutt'ora ricoverati. Il primo giovane, di 18 anni, ieri sera, attorno alle 20.15, è stato coinvolto in un incidente stradale, avvenuto in corso Milano all'altezza del nuovo tratto di strada di collegamento con via Licata. Dai primi accertamenti della Polizia municipale è risultato che il ciclista viaggiava sulla pista ciclabile in direzione Croce Bianca, alla guida di una bici elettrica, quando una Peugeot 206, guidata da un 19enne veronese, che percorreva corso Milano nella stessa direzione, si è immessa nella rotonda e svoltando a destra è entrata in collisione con il velocipede. A seguito dell'impatto il ciclista è caduto a terra e soccorso, è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento, dove si trova tutt’ora in prognosi riservata.

Un secondo ciclista, anch’esso attualmente in prognosi riservata, è stato coinvolto in un incidente avvenuto ieri attorno alle 12.30 in via Preare, mentre viaggiava verso Parona. Dai primi accertamenti risulta che il giovane sia caduto e poi investito da una Fiat Panda, con alla guida un 76enne veronese, che procedendo immediatamente dietro, non sia riuscita ad evitarlo. I controlli della Polizia municipale sono ancora in corso.

La Polizia municipale è inoltre intervenuta tra ieri e oggi in una serie di altri incidenti, in diverse zone della città. Ieri alle 14.20, in via Scuderlando, un Mitsubishi Pajero ha investito un 31enne, che stava attraversando la strada in sella alla propria bicicletta, utilizzando un attraversamento pedonale. Alle 16.15 all'incrocio tra via Saffi e via Scarsellini, una Chevrolet ed una moto Honda sono venute a collisione, per una manovra errata da parte dell'automobilista.

Pochi minuti dopo in via Curiel, all'incrocio con via San Marco, un bus del trasporto urbano ed una Volkswagen Polo si sono scontrate. Leggermente ferita una 62enne, passeggera del bus, trasportata al pronto soccorso per accertamenti. Poco dopo le 18.30 in via Mameli, all'incrocio con via Cefalonia, una Citroen Xsara ed una mountain bike si sono scontrate. Il ciclista, 27enne veronese, è stato trasportato all'ospedale di Borgo Trento. Poco dopo due conducenti sono usciti di strada, uno alla guida di una Chrysler, nel sottopasso di viale Galliano, ed uno alla guida di uno scooter in stradone Porta Palio.

A mezzanotte e mezza circa, in via Cà di Cozzi una Citroen è entrata in collisione con un lampione. Conducente e passeggero sono stati trasportati all'ospedale per accertamenti e cure. Alle 3.45 in via Belfiore, una Fiat Punto è finita nel fossato ed il conducente 28enne nigeriano è rimasto leggermente ferito. Questa mattina alle 10.15 in via Trento, una veronese di 56 anni è stata investita mentre stava attraversando sulle strisce pedonali, tra la pasticceria Miozzi e la pizzeria Ca' Trentina. Alla guida dell'auto, una Renault Twingo, un 77enne veronese con la moglie, che percorreva la via in direzione Borgo Trento. La donna investita è stata trasportata all'ospedale di Borgo Trento. L'automobilista, per non aver dato la precedenza al pedone sulle strisce pedonali, è stato multato ed inoltre gli è stata ritirata la patente. Alle 12.30 di oggi in via Forte Tomba si sono invece scontrate una Fiat Panda, che usciva da via Mezzacampagna, ed un'Harley Davidson, poi finita contro una Renault Clio, che sopraggiungeva. Ferito il motociclista 32enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento