Brentino Belluno. Scontro tra un'auto e tre ciclisti. Un morto e due feriti

La vittima si chiamava Meinhard Braun, di origine tedesca, ma residente in Italia dove è amministratore delegato della ditta Om Still. Dei due feriti, uno è stato trasferito con l'eliambulanza in codice giallo all'ospedale di Borgo Trento

Questa mattina, 21 giugno, intorno alle 7.30, un'automobilista si è scontrato con tre ciclisti sulla Strada Provinciale 11 nella località di Bra a Brentino Belluno.

Un ciclista è morto subito, gli altri due sono rimasti feriti. Per soccorrerli si è alzato in volo l'elicottero di Verona Emergenza e da Caprino è partita un'ambulanza.

Il ciclista morto sul colpo è l'amministratore delegato della ditta Om Still con sede a Luzzara (Reggio Emilia). Si chiamava Meinhard Braun, aveva 47 anni. Di origini tedesche, Braun era residente nel mantovano, dove si era trasferito nel 2000 proprio per lavorare nella ditta emiliana.

Alla guida dell'auto, un trentino diretto all'ospedale per sottoporsi a delle cure. Probabilmente ha tentato un sorpasso azzardato e ha invaso la carreggiata opposta, quella diretta verso Nord. Il primo ciclista della fila se n'è accorto e lo ha schivato finendo fuori strada e restando praticamente illeso. Il secondo ciclista era Meinhard Braun ed è stato preso in pieno. Per lui non c'è stato nulla da fare. È rimasto ferito invece il terzo ciclista trasferito in codice giallo all'ospedale veronese di Borgo Trento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Dopo l'abbandono, il piccolo Zeno lascia l'ospedale per andare in affidamento

Torna su
VeronaSera è in caricamento