Martedì, 22 Giugno 2021
Incidenti stradali Tangenziale Sud

Tampona un'auto, scappa, viene fermato dai poliziotti e li aggredisce

Un cittadino 36enne di nazionalità albanese che vive a Verona è stato arrestato dalla Stradale. L'uomo ha opposto resistenza durante il controllo, arrivando anche a dire di essere un islamista pronto a farsi esplodere

Foto di repertorio

Il Veneto si blocca per il coronavirus, ma non le forze dell'ordine che lavorano e continuano a lavorare per perseguire chi non rispetta la legge. Un esempio lo hanno dato venerdì scorso, 21 febbraio, gli agenti della polizia stradale di Verona che hanno arrestato un cittadino di nazionalità albanese che vive a Verona e che era scappato dopo un incidente stradale.

Il sinistro era avvenuto intorno alle 7 sulla Strada Regionale 62. Il cittadino albanese di 36 anni aveva tamponato con la sua 500 Abarth l'auto guidata da un veronese di 52 anni. Il 36enne era scappato senza fornire le generalità e senza compilare la constatazione amichevole e per questo l'altro automobilista ha dato l'allarme, riuscendo a comunicare alle forze dell'ordine anche una parte del numero di targa.
È stata la Stradale di Verona a rintracciare la 500 Abarth, fermandola in Tangenziale Sud. Il 36enne ha opposto resistenza agli agenti, minacciandoli e aggredendoli, arrivando persino a compiere atti di autolesionismo e dire di essere un islamista pronto a farsi esplodere. Un comportamento che ha fatto supporre una possibile alterazione dovuta ad alcol oppure a stupefacenti. Per questo, l'uomo è stato accompagnato in ospedale, dove è stato calmato e dove è stato sottoposto a test per rilevare la presenza di alcol o droga nel sangue. 

Il 36enne è stato arrestato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, arresto convalidato nella giornata di sabato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tampona un'auto, scappa, viene fermato dai poliziotti e li aggredisce

VeronaSera è in caricamento