rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Incidenti stradali Velo Veronese

Morto in un tamponamento tra camion in A4: 43enne lascia moglie e tre figli

Si chiamava Ugo Comerlati ed era residente a Velo Veronese, l'uomo che nelle prime ore di martedì ha perso la vita in un tragico incidente avvenuto a tre chilometri dal casello autostradale di Agrate Brianza

È un veronese di 43 anni la vittima del drammatico incidente che martedì mattina si è verificato sull'A4, a tre chilometri dal casello autostradale di Agrate Brianza, in direzione di Milano. Si chiamava Ugo Comerlati ed abitava a Velo Veronese con la moglie e tre figli, nella corte dove risiedevano anche la madre con due fratelli. 

Ad eseguire i rilievi del tragico schianto avvenuto intorno alle 7.30, riferiscono i colleghi di MilanoToday, sono stati gli uomini della Sottosezione Autostradale di Seriate, che hanno condotto accertamenti anche in relazione alla velocità di percorrenza dei mezzi. Stando alle prime ricostruzioni, Comerlati stava viaggiando in prima corsia alla guida di un camion privo di carico, quando avrebbe tamponato violentemente un altro mezzo pesante che lo precedeva, per cause da chiarire. L'impatto è stato devastante, con la cabina che si è trasformata in un groviglio di lamiere. 
Scattato l'allarme, sul posto si sono precipitati gli uomini del 118 con un'ambulanza e un elicottero, che è atterrato nel parcheggio di una ditta vicina, i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano e gli agenti della polizia stradale di Seriate. Nonostante la tempestività dei soccorsi però, per il 43enne non c'è stato niente da fare ed è morto sul posto. Sotto shock, il 55enne di orgine turca alla guida dell'autoarticolato che trasportava collettamene che precedeva il veronese, se l'è cavata con alcune ferite lievi. 

Circa cinque chilometri di cosa si sono formati in A4 e per permettere le operazioni di soccorso sono state chiuse due delle quattro corsie di percorrenza.
Sono partite poi le indagini per chiarire le cause che hanno portato al fatale tamponamento, dal momento che il mezzo condotto da Comerlati al momento dell'impatto pare viaggiasse ancora a velocità sostenuta, come se non si fosse accorto di chi lo precedeva: possibile dunque che un colpo di sonno, un malore o una distrazione, non gli abbiano permesso di rallentare in tempo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in un tamponamento tra camion in A4: 43enne lascia moglie e tre figli

VeronaSera è in caricamento