rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Stazione / Piazzale 25 Aprile

Incendio doloso rallenta la circolazione dei treni a Bologna: indaga la polizia

Polfer e Digos investigano sul rogo che ha distrutto i cavi della trasmissione dati per la gestione del traffico ferroviario e sulle scritte lasciate contro la chiusura delle frontiere e il razzismo

Un incendio doloso appiccato ai cavi della trasmissione dati per la gestione del traffico ferroviario del nodo di Bologna, ha provocato forti rallentamenti sulle linee che interessano Milano e  Verona. Stando a quanto riportano le agenzie, sarebbero state lasciate scritte contro la chiusura delle frontiere e il razzismo e ora sulla vicenda indagherebbero Polfer e Digos. 
Un gesto messo in atto nel giorno in cui nella città felsinea si terrà la manifestazione della Lega Nord con Matteo Salvini, l'adesione del centrodestra di Meloni e Berlusconi, ma anche una serie di contromanifestazioni. RFI (Rete Ferroviaria Italiana) spiega in una nota che ora tutti i collegamenti con il capoluogo milanese avvengono con percorsi alternativi e che il rogo ha provocato l’immediata attivazione dei sistemi di sicurezza. Per quanto riguarda i treni Alta Velocità è previsto il servizio viaggiatori nella stazione di superficie, mentre le squadre tecniche per la verifica dei danni e l`avvio dei lavori per il ripristino della normale funzionalità della linea. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio doloso rallenta la circolazione dei treni a Bologna: indaga la polizia

VeronaSera è in caricamento