Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Il telefono... la tua voce

I gestori telefonici piratizzano il mercato, altro che liberalizzazione

Antonio Meucci sarebbe entusiasta della moderna tecnologia telefonica? Sono fermamente convinto che da alcuni anni si stia rivoltando nella tomba, per tutto quello che è avvenuto dalla liberalizzazione della telefonia fissa e mobile.

Dal 1 gennaio 2000 il monopolista di telefonia cessa di esserlo, ed ecco che i gestori telefonici iniziano la loro battaglia di accaparramento della clientela senza esclusioni di colpi, tariffe stracciate, canone cancellato, attivazioni, disattivazioni, il tutto a discapito dell’ignaro consumatore, che si fa abbindolare dalle proposte di improvvisati venditori di fumo delle Società incaricate di far stipulare contratti al solo scopo di aumentare il parco clienti.


Ed ecco che, dalla mattina alla sera, l’utente si trova cambiato il suo gestore telefonico senza una sua accettazione. Fin qui non sarebbe nulla, ma a distanza di qualche mese si trova anche la linea del cellulare variata con altro operatore con conseguente richiesta di penali per recesso. Nonostante le numerose sanzioni inflitte dal Garante delle Comunicazioni ai gestori di telefonia, tutti indistintamente, continuano imperterriti a propinare penali e contratti capestro, il povero utente nel momento in cui si accorge reclama ed ecco che, per lui inizia un calvario di comunicazioni, di intimidazioni, di minacce da parte di non meglio indicate Società di recupero crediti con richieste di danaro senza una plausibile motivazione. E’ questa la tanto sospirata liberalizzazione del mercato? Direi che si tratta di piratizzazione del mercato, con regole di totale anarchia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il telefono... la tua voce

VeronaSera è in caricamento