rotate-mobile
Cronaca

Il sistema wi-fi "Guglielmo" pronto a crescere ancora

Sar esteso all'ospedale di Borgo Trento, a 12 scuole e ad 11 biblioteche cittadine

Aumentano a Verona le zone coperte dal sistema wifi “Guglielmo” che consente la navigazione libera in internet. Il progetto nei prossimi mesi infatti sarà esteso alle aree dell’ospedale di Borgo Trento, di piazza Isolo e ponte Garibaldi (giardini Lombroso), in 12 scuole superiori cittadine e nelle sedi delle 11 biblioteche decentrate del territorio (San Massimo, Golosine, Borgo Roma, Borgo Venezia, Porto San Pancrazio, Montorio, Santa Lucia, Cadidavid, Quinto, San Michele e Ponte Crencano) che rientrano nel Sistema bibliotecario urbano.


La notizia è stata data dall’assessore alle Pari opportunità Vittorio Di Dio: “In poco più di un anno e mezzo il progetto di navigazione gratuita in rete è stato esteso dal centro storico a numerose aree limitrofe, nelle circoscrizioni e nei luoghi di aggregazione più frequentati dai giovani. Ad oggi sono 84 i punti di accesso alla rete ed entro la fine dell’anno, aumenteranno ad oltre 100, grazie ad un accordo con Confcommercio, per l’utilizzo del medesimo sistema e all’estensione del servizio in alcune scuole superiori. In merito alla possibile liberalizzazione da parte del Governo del sistema wifi a partire dal prossimo gennaio l’assessore Di Dio ha spiegato che “si tratta di un passo importante nella direzione della semplificazione e dell’accesso ad un sempre maggior numero di persone a internet ma che, per ragioni di sicurezza e valutazioni statistiche, l’accesso alla rete wifi “Guglielmo” resterà comunque regolamentata dall’identificazione”. Ad oggi sono circa 20 mila le persone che a Verona usufruiscono del servizio wi-fi “Guglielmo” (17 mila con attivazione tramite card e 3 mila tramite sms).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sistema wi-fi "Guglielmo" pronto a crescere ancora

VeronaSera è in caricamento