rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

I videogames si sviluppano in Ateneo

L'Universit inaugura il Master in Computer Game Development

Quale futuro per i videogiochi in Italia? Quali sono le possibilità di carriera in questo mercato sempre più in espansione? L’industria dei video game, con rappresentanti di aziende sia italiane che straniere, sarà protagonista giovedì 11 febbraio alle 9.30 alla Facoltà di Matematiche Fisiche e Naturali in occasione dell’inaugurazione del nuovo master in Computer Game Development.

Nel corso della giornata i rappresentanti di alcune delle principali aziende di videogames italiane e internazionali parleranno delle prospettive per i giovani che vogliono cimentarsi in questo settore. Il programma di inaugurazione è ricco; si inizia con i saluti delle autorità accademiche, quali il Rettore Alessandro Mazzucco, del preside della facoltà di Scienze Roberto Giacobazzi, del direttore del dipartimento di Informatica Carlo Combi e del direttore del master Andrea Fusiello; a seguire gli interventi dei responsabili di alcune aziende partner, come Paolo Giacomello per Idoru e Double Jungle e Dario Migliavacca di Ubisoft.

Il comparto dei video game è in grado di fatturare in un solo anno oltre un miliardo di euro, un settore che in tre anni ha raddoppiato il suo valore e che oggi è alla ricerca di nuove figure professionali. Proprio per rispondere a questa esigenza è nato il master in Computer Game Development; è il primo in Italia nel suo genere e si rivolge a laureati in Informatica o Ingegneria Informatica. Diretto dal professore Andrea Fusiello, il master è sponsorizzato da Microsoft con il patrocinio di Eurographics.

“La progettazione e la programmazione dei videogiochi – spiega Fusiello - è un’attività multidisciplinare, che tocca diverse aree dell’informatica (programmazione, ingegneria del software, grafica, elaborazione dei suoni, interazione uomo-macchina, intelligenza artificiale), richiede solide basi in matematica e fisica ed ha connessioni con altre discipline come la biomeccanica e le scienze umane (narrativa, psicologia). Il master si propone di formare programmatori di applicazioni videoludiche e multimediali interattive.

Il corso è stato progettato per fornire nozioni legate alla realizzazione di videogiochi, con un approccio pratico, includendo lezioni tenute da professionisti provenienti dall'industria videoludica. La didattica, organizzata in tre moduli, si alterna tra lezioni teoriche, attività pratiche e di laboratorio. Il primo modulo introduce alcune competenze di base, quali grafica, ingegneria del software e interazione utente-calcolatore. Il secondo esamina le competenze specifiche richieste per la realizzazione del videogames, ed infine il terzo punta a fornire delle nozioni sull’architettura di un motore di gioco e sulla sua realizzazione”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I videogames si sviluppano in Ateneo

VeronaSera è in caricamento