menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato dalla Squadra Mobile

Il materiale sequestrato dalla Squadra Mobile

Hashish nascosta anche in una pentola in casa della madre: arrestato

A finire in manette per mano degli agenti della Questura di Veron è un 34enne italiano, già noto alle forze dell'ordine, trovato in possesso alla fine di oltre mezzo chilo di droga

Conservati anche dentro una pentola da cucina, nascondeva più di 560 grammi di hashish, un bilancino di precisione e vari appunti riportanti nomi ed importi in euro: M.F., 34enne veronese, è stato dunque arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dalla Polizia di Stato.

La cattura dello spacciatore è avvenuta lo scorso 4 giugno, in seguito ad un attento servizio di appostamento messo in atto dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Verona. Durante l’attività di indagine, i poliziotti sono riusciti ad individuare gli spostamenti dell’uomo e, attraverso i molteplici servizi di sorveglianza, sono arrivati a riscontrare i movimenti sospetti del pusher che, numerose volte al giorno, si recava presso l’abitazione della madre, situata a Villafranca.

Intorno alle 19.30 di martedì scorso, gli agenti lo hanno individuato proprio sotto casa della madre e, dopo averlo controllato, avrebbero rinvenuto più di 25 grammi di hashish all’interno di una borsetta che portava con sé. Sospettando che potesse nascondere, le forze dell'ordine hanno deciso di estendere gli accertamenti presso l’abitazione. 
E proprio la perquisizione domiciliare, avrebbe condotto all'ulteriore sequestro di circa 90 grammi di hashish, alcuni dei quali suddivisi in dosi accompagnate da un foglietto riportante nomi ed importi in euro. Tutto il materiale è stato trovato all’interno di una pentola posta nel pensile da cucina ed è stato opportunamente sequestrato.
Le verifiche si sono poi spostate nell’appartamento dove l’uomo viveva abitualmente, all’interno del quale sono stati sequestrati un bilancino elettronico di precisione, altri 40 grammi tra hashish e marijuana (anche questi con l’indicazione di nomi ed importi) e una busta contenente più di 100 euro.

M.F., già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di stupefacenti, è stato arrestato e condotto presso il carcere di Montorio, in attesa della convalida del provvedimento.
Nella tarda mattinata di giovedì, l’arrestato è comparso davanti al giudice che, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto l’obbligo di firma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento