rotate-mobile
Cronaca

Hashish nascosta nell'auto, due marocchini in manette

Rifornivano la citt e la provincia. I carabinieri ancora alla ricerca del covo

Rifornivano di hashish tutta la città e la Provincia. Un giro di droga ingente che aveva contatti anche a Milano. I due spacciavano quotidianamente fino a 3 etti di droga che portava nelle loro tasche 30mila euro ogni giorno, ma sono stati traditi dalla frequenza con i quali si aggiravano dalle parti di Buttapietra, probabilmente per controllare il loro prezioso bottino.

Smantellata dai carabinieri di Verona un banda di spacciatori composta da due marocchini, con regolare permesso di soggiorno, da poco rimasti senza fisso lavoro. Le manette sono scattate nella notte di lunedì 30 gennaio. Secondo gli investigatori il giro dei due malviventi era esteso in tutta Verona e provincia. Nei guai sono finiti un uomo di 42 anni e la sua compagna, una 31enne, entrambi originari del Marocco. Stando alla ricostruzione degli uomini dell’Arma i due malviventi, residenti a San Giovanni Lupatoto, si sarebbero recati ogni quindici giorni a Milano per rifornirsi di stupefacente.

La merce veniva nascosta nell'intercapedine tra il pannello della portiera posteriore e la carrozzeria delle due Renault Clio utilizzate per i loro traffici. La refurtiva veniva poi portata in un luogo segreto, che gli investigatori stanno ancora ricercando e che dovrebbe trovarsi tra Buttapietra e Isola della Scala. ”Rintracciarli è stato difficile poiché durante il viaggio di ritorno i due spacciatori non percorrevano l’autostrada, come invece facevano per andare nel capoluogo Lombardo - dichiara Luca Mariano comandante della radiomobile veronese -. Per evitare eventuali controlli tornavano passando per la statale”. Proprio di ritorno da uno dei loro rifornimenti sono stati intercettati tra Sirmione e Peschiera.

All’interno dell’auto sulla quale viaggiavano i militari hanno recuperato oltre 15 chili di sostanze stupefacenti, suddivise in una ventina di panetti. Secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma sarebbero stati già tre i viaggi nel capoluogo lombardo dall’inizio dell’anno. I corrieri della droga sono ora detenuti nel carcere di Montorio dove nella giornata di domani verrà approvata la convalida del loro arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hashish nascosta nell'auto, due marocchini in manette

VeronaSera è in caricamento