rotate-mobile
Cronaca

Guidavano senza pantente, ubriaca aggredisce militare

Un normale controllo sfociato in una rissa tra militari dell'Arma e cittadini brasiliani

Sembrava un normale controllo di routine, che però è degenerato in una rissa tra militari e ubriachi. I carabinieri hanno fermato un’autovettura su cui viaggiavano tre persone di origini brasiliane. I tre giovani, un ragazzo di 26 anni e due donne rispettivamente di 29 e 30 anni, si sono fermati per rispondere alle domande degli agenti. Nel corso degli accertamenti è emerso che il 26enne era sprovvisto di patente di guida e pertanto i militari dell’Arma lo hanno deferito in stato di libertà per guida senza patente.

Quando i carabinieri hanno comunicato ai tre che dovevano sequestrare la loro automobile è scoppiato il putiferio. Una delle due ragazze, Chirlene Pereira Da Silva, proprietaria della macchina, aveva bevuto troppo e per evitare il ritiro della patente, aveva lasciato guidare l’amico, che a differenza sua non era ubriaco. La donna, in preda alla rabbia provocata dai fumi dell'alcol, si sarebbe lanciata sugli agenti. Un militare ha riportato ferite e contusioni guaribili con una prognosi di 20 giorni.


La giovane è stata infine immobilizzata e arrestata. Portata dal giudice, a seguito della convalida dell’arresto, è stata sottoposta all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria in attesa dell’udienza fissata per il 26 marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidavano senza pantente, ubriaca aggredisce militare

VeronaSera è in caricamento