menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vino "adulterato", evasione fiscale e lavoro nero: sequestrate aziende ed immobili

I militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Soave hanno condotto l'indagine

Nei giorni scorsi, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Verona hanno ottenuto un importante risultato nel contrasto alle frodi e sofisticazioni agroalimentari, con particolare riguardo al settore vitivinicolo. L’indagine dei militari della Compagnia di Soave, che all’atto dell’avvio di un’attività di verifica aveva già consentito di pervenire al sequestro di un ingente quantitativo di grappa effettuato nei mesi scorsi presso un’azienda agricola di Tregnago (VR), ha portato alla individuazione di una ulteriore cantina vinicola riconducibile al medesimo soggetto che commercializzava vino “potenzialmente pericoloso per la salute”.

vino adulterato finanza

La Dott.ssa Livia Magri - G.I.P. del Tribunale di Verona, accogliendo la richiesta della Procura della Repubblica, nei giorni scorsi ha emesso il decreto di “sequestro preventivo” dei beni nella disponibilità dell’imprenditore per i reati di “adulterazione di sostanze alimentari”, “commercio di sostanze alimentari nocive” e “frode in commercio”. I Finanzieri di Soave hanno, quindi, dato esecuzione al suddetto provvedimento, procedendo al sequestro di 3 aziende agricole, 71 terreni e 4 fabbricati nella disponibilità dell’indagato, per un valore complessivo di circa 1.460.000 euro. L’azione del Corpo, nello specifico settore vitivinicolo, contribuisce a garantire la sicurezza e la qualità dei prodotti ed a rafforzare la fiducia dei consumatori verso il sistema produttivo che opera nel rispetto delle regole.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento