Si accordava coi clienti parlando in codice, spacciatore 38enne arrestato

A portarlo in carcere sono stati i finanzieri di Verona, al termine di un'indagine durata quasi un anno. L'uomo lavorava come operaio edile, ma arrotondava vendendo cocaina

(Foto di repertorio)

Oggi, 12 settembre, la guardia di finanza di Verona ha arrestato e portato in carcere un 38enne incensurato di origini albanesi residente in città. L'uomo, le cui iniziali sono M.E., è accusato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Contestualmente all'arresto, i finanzieri hanno effettuato quattro distinte perquisizioni domiciliari. Nell'abitazione dell'arrestato, sono stati trovati e sequestrati 30 grammi di cocaina, mentre nelle case di altri tre soggetti, collegati a vario modo al 38enne, sono state rinvenute e sequestrate altre dosi di hashish, marjuana e cocaina. Per questo, i tre soggetti sono stati indagati a piede libero per possesso di droga.

Le indagini, svolte dalle Fiamme Gialle scaligere dal settembre del 2018 al giugno del 2019, hanno preso il via all'indomani dell'arresto in flagranza di un altro cittadino albanese residente a Verona, al quale erano stati sequestrati oltre 40 grammi di hashish. L’analisi del traffico telefonico di quest'ultimo aveva rilevato l'esistenza di numerosi contatti con il connazionale oggi arrestato. E le intercettazioni telefoniche condotte hanno consentito di raccogliere importanti elementi a carico di M.E..
L'uomo, parallelamente al suo lavoro di operaio edile, aveva messo in piedi un'intensa attività di spaccio. Con i clienti, si accordava al telefono, parlando in modo criptico e allusivo. In numerose occasioni, infatti, gli appuntamenti erano concordati con la richiesta di «bere una birra» o «prendere un aperitivo» o, ancora, come accaduto la viglia di Natale, per «scambiare gli auguri».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso delle indagini, complessivamente, i finanzieri hanno sequestrato circa 150 grammi tra cocaina, hashish e semi di canapa, nonché accertato l'illecito smercio di quasi due chilogrammi di analoghe sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento