Cronaca Centro storico / Piazza Erbe

Due sequestri della Guardia di Finanza per contrastre il mercato del falso

Importanti operazioni contro il mercato di articoli contraffatti, sono state condotte da parte delle Fiamme Gialle veronesi che hanno sequestrato un'ingente quantitativo di materiale irregolare o con marchio fasullo

Le Fiamme Gialle di Verona hanno recentemente compiuto diverse operazioni per contrastare il mercato del falso su tutto il territorio della provincia e della città. Nello specifico un primo intervento si è svolto proprio a Verona, presso una società gestita da esercenti di origine cinese che venedevano grandi quantità di scarpe con marchio contraffatto: il materiale sequestrato è dell'ordine di 1.300 paia di scarpe. Una seconda operazione è stata poi portata a termine a San Bonifacio, sempre ai danni di commercianti cinesi che vendevano giocattoli e articoli casalinghi contraffatti o sprovvisti di regolare marchio e delle informazioni per la sicurezza dei consumatori, così come si legge nelle nota diffusa dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Verona:

Proseguono senza sosta le attività della Guardia di Finanza di Verona finalizzate al contrasto al “mercato del falso” su tutto il territorio della città e della provincia: anche nei giorni scorsi, infatti, i Finanzieri del Gruppo di Verona e della Tenenza di Soave hanno conseguito due significativi risultati nello specifico settore.

A cadere nella fitta rete di controlli anticontraffazione attuata dal Gruppo di Verona è toccato ad una società – ubicata a Verona e gestita da un soggetto di etnia cinese - che vendeva all’ingrosso scarpe abilmente contraffatte e destinate a trarre in inganno gli ignari consumatori. In particolare le Fiamme Gialle hanno proceduto al sequestro di oltre 1.300 scarpe recanti una finitura metallica riproducente la fibbia, abilmente contraffatta, di un noto marchio registrato.

Le operazioni eseguite, invece, dai militari della Tenenza di Soave hanno interessato un negozio di San Bonifacio (VR), anch’esso gestito da soggetti di etnia cinese, all’interno del quale venivano venduti oggetti recanti il marchio contraffatto “Disney”. L’attività svolta si è conclusa con il sequestro di 57 quadri e automobili giocattolo contraffatti. Durante il controllo sono stati, inoltre, sequestrati circa 1.100 articoli casalinghi non riportanti il contenuto minimo delle informazioni previste per la sicurezza dei consumatori nonché 89 pezzi di giocattoli riportanti il marchio “CE” non conforme.

Per entrambi i titolari degli esercizi commerciali è scattata la denuncia per i reati di contraffazione e di ricettazione. Il contrasto al “mercato del falso” e alla circolazione di “prodotti insicuri” continua, dunque, ad essere una delle priorità operative del dispositivo attuato costantemente dalla Guardia di Finanza di Verona a tutela di una corretta e leale concorrenza tra imprese nonché della sicurezza collettiva.

finanza sequestro-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due sequestri della Guardia di Finanza per contrastre il mercato del falso

VeronaSera è in caricamento