rotate-mobile
Cronaca San Zeno / Viale Cristoforo Colombo

Centro estetico con dipendenti "in nero" scoperto a Verona: scatta la maxi-sanzione

I finanzieri negli scorsi giorni hanno inoltre denunciato un barbiere scoperto al lavoro nonostante l'obbligo di isolamento dettato dalle norme Covid

I finanzieri del comando provinciale di Verona, nell’ambito delle ordinarie attività di polizia economico-finanziaria, riferiscono in una nota di aver eseguito nei giorni scorsi «un controllo in materia di lavoro e sulla corretta osservanza delle misure emanate per fronteggiare l’emergenza epidemiologica nei confronti di un centro estetico con sede nel capoluogo». In particolare, spiegano i finanzieri del gruppo di Verona, questi ultimi avrebbero inizialmente osservato che l’esercizio, gestito da un cittadino straniero, sarebbe stato «quotidianamente frequentato da un cospicuo numero di clienti», i quali, secondo i militari, sarebbero stati attratti «anche dai prezzi particolarmente vantaggiosi rispetto alla concorrenza».

L’intervento ispettivo avrebbe pertanto consentito alle fiamme gialle scaligere di scoprire «le ragioni di un tariffario così competitivo». In base a quanto si apprende, infatti, «ben cinque degli otto lavoratori di fatto impiegati nel centro estetico» sarebbero risultati essere «completamente "in nero", quindi privi di contratto e in totale assenza di garanzie previdenziali e assistenziali». La nota della guardia di finanza spiega che è scattata pertanto l’«immediata segnalazione all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Verona per l’applicazione della misura di sospensione dell’attività oltre alla "maxi-sanzione" nei confronti del datore di lavoro per un ammontare complessivo di circa 54 mila euro».

I "baschi verdi" di Verona, qualche giorno prima, avrebbero inoltre «sorpreso al lavoro un barbiere», anch’egli di «origini extracomunitarie», nonostante lo stesso fosse «soggetto in quel periodo all’obbligo di isolamento in virtù delle norme anti Covdi». Lo stesso è stato dunque «deferito all’autorità giudiziaria per aver messo in concreto pericolo la salute dei cittadini in violazione di una espressa disposizione normativa». I finanzieri hanno inoltre applicato la sanzione amministrativa che prevede la chiusura temporanea per cinque giorni dell’esercizio commerciale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro estetico con dipendenti "in nero" scoperto a Verona: scatta la maxi-sanzione

VeronaSera è in caricamento