Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Veronetta / Via Francesco Torbido

Sponsorizzazioni e pubblicità: la Guardia di Finanza irrompe nella sede di Amt

Secondo la Procura mancherebbero i contratti riguardanti le donazioni della municipalizzata a favore del Partito dei Pensionati e di associazioni che fanno parte del mondo della danza e dello spettacolo

Nelle prime ore della mattinata di lunedì, la Guardia di Finanza ha dato esecuzione alla richiesta di acquisizione e sequestro di documenti avanzata dal sostituto procuratore Valeria Ardito, riguardanti: l'ex presidente Amt Germano Zanella; Ersilia Danza, di cui è stato amministratore e direttore organizzativo eventi Augusto Radice; la Response di André Ekoué Codjovi e la Synesis Group della moglie Claire Germaine Lusardi; l'Anad presieduta da Adriano Zoccoletti. 
La notizia viene lanciata da L'Arena, secondo la quale al centro delle indagini ci sarebbero appunto Amt, i vertici del Partito dei Pensionati, associazioni della danza e degli spettacoli e le relative sponsorizzazioni: secondo la Procura mancherebbero i contratti a favore delle donazioni. 
Per le cinque persone nominate in precedenza, i reati ipotizzati sono peculato e abuso d'ufficio in concorso. Le Fiamme Gialle quindi sarebbero entrate nella sede di via Torbido di Amt, nonostante Zanella non ne sia più il presidente, notificando l'informazione di garanzia, e in generale nei luoghi a disposizione di coloro che hanno avuto rapporti con la municipalizzata. 

Il giornale scaligero prosegue affermando che quella del pm è un'ipotesi ancora da vagliare attentamente, ma che troverebbe le prime conferme in un esposto che il capogruppo del Pd in Comune, Michele Bertucco, ha presentato in procura e nel quale avrebbe segnalato l'assegnazione irregolare degli incarichi pubblicitari e delle sponsorizzazioni da parte della municipalizzata di proprietà di Palazzo Barbieri. Il regolamento di Amt infatti prevede l'obbligo di stipulare un accordo scritto con precise disposizioni e indicazioni contrattuali sull'argomento. Contratti che, secondo il decreto che impone il sequestro di documentazione informale o extracontabile compresa la corrispondenza, non sarebbero presenti e le donazioni diventerebbero così illegittime. Sempre stando a quanto riportato da L'Arena, tra le somme pagate da Amt per sostenere iniziative, vi sarebbero anche quelle destinate al Partito dei Pensionati, del quale Zanella è il coordinatore Veneto e Radice il referente locale. Scendendo nello specifico, nell'esposto si farebbe riferimento a quando Amt sponsorizzò Anad alla fine del 2012 con 3000 euro: all'epoca Adriano Zoccoletti, rappresentante legale, coordinava la campagna elettorale dei Pensionati, con i quali si candidò un anno dopo al Senato. Poco meno di 16mila euro invece vennero destinati alla sponsorizzazione di "Danza Sotto le Stelle", nel 2011 e nel 2012, l'evento organizzato da Ersilia Danza. Stesso anno, il 2012, alla Synesis Group ricevette 42mila euro per occuparsi della campagna promozionale del filobus: come spiegato sul giornale veronese, qui i punti interrogativi riguarderebbero l'assenza di competenza specifiche dell'azienda nei settori del trasporto pubblico e della pubblicità. L'ultimo punto di domanda riguarda l'associazione culturale Response di André Codjovi, che ricevette circa 40mila euro dalla municipalizzata per una sponsorizzazione e, secondo quanto verrebbe affermato sull'esposto, sarebbe piuttosto strano il fatto che l'autorizzazione del Cda e il contratto riportino la stessa data. 
Il conto finale quindi ammonta a circa 100mila euro, sui quali gli investigatori vogliono vederci chiaro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sponsorizzazioni e pubblicità: la Guardia di Finanza irrompe nella sede di Amt

VeronaSera è in caricamento