menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di cocaina ed eroina, due arresti in un giorno dei finanzieri veronesi

Sono un uomo e una donna, entrambi di nazionalità marocchina. L'uomo è stato fermato alla guida della sua auto appena uscito da Verona Sud. La donna nella sua abitazione

Durante un'attività di controllo del territorio, svolta nei giorni scorsi, gli uomini della guardia di finanza di Verona hanno arrestato per spaccio e detenzione di cocaina ed eroina un uomo e una donna di nazionalità marocchina, già noti alle forze dell'ordine.

Una pattuglia dei baschi verdi veronesi aveva fermato l'auto, guidata da un cittadino marocchino, appena uscita dal casello di Verona Sud. Durante il controllo, il guidatore è sembrato agitato e questo ha insospettiti i finanzieri che hanno così proceduto ad un'ispezione più approfondita della vettura. Lo stupefacente, quantificato poi in 150 grammi di eroina, erano nascosto nell'intercapedine dello sportello.

Dopo l'arresto del responsabile, le Fiamme Gialle hanno approfondito i controlli, estendendoli all'abitazione del magrebino, situata nella provincia di Brescia. In quella casa sono stati trovati e sequestrati altri 700 grammi di eroina, 20 grammi di cocaina e una somma in contanti, in parte nascosta all'interno dei cuscini di un divano, pari a circa 140.000 euro.

Nell'abitazione, i militari hanno arrestato anche una trentenne marocchina che, all'arrivo dei finanzieri, aveva tentato di disfarsi della sostanza stupefacente e del denaro occultato all’interno di uno zainetto, lanciandolo da una finestra sul retro dell’immobile.

I due arrestati sono stati portati nelle carceri di Verona e di Brescia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento