rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca

Gli organizzatori: "Un gesto stupido"

"Un episodio circoscritto a tre irresponsabili. Hanno compromesso lo spirito pacifico del corteo"

Secondo la “Rete degli studenti medi” i ragazzi in piazza, stamane, erano 500. Secondo la questura il numero non superava i 300. Altri testimoni sono pronti a giurare che, al momento della partenza da piazzale Porta Nuova, non superavano la cinquantina. Numeri discordanti secondo i vari interessati. Tutti però concordano: il gesto dei sei “dissidenti” infiltrati, che alle 9 si sono staccati dalla manifestazione per lanciare uova piene di vernice blu e qualche fumogeno, è stato “una stupidaggine”.

Le vetrate di una banca, come obbiettivo. Ma anche la confusione. Sicuramente non rientrava nei loro programmi ferire un agente di polizia in servizio. “Ero in testa al corteo quindi non ho assistito personalmente alla scena- spiega Greta Chinellato, studente della Rete organizzatrice della manifestazione- ma la notizia dell’episodio si è diffusa rapidamente. Alcuni irresponsabili, che non avevano sicuramente capito il senso della protesta e ne hanno compromesso lo spirito pacifico, hanno lanciato uova e fumogeni contro una banca. Un gesto che non ha senso: stavamo manifestando contemporaneamente in tutte le piazze d’Italia per difendere il diritto sacrosanto allo studio”.

Il corteo, partito alle 8e30, era diretto in via Città di Nimes, proseguendo per piazza Simoni e finendo a piazza Viviani, dove è stato tenuto il comizio principale. “All’arrivo nella piazza ci siamo dissociati completamente da quanto avvenuto. Non vogliamo che la manifestazione venga svilita da un singolo episodio stupido”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli organizzatori: "Un gesto stupido"

VeronaSera è in caricamento