A Pomeriggio 5 la storia di Giovanna, veronese truffata per 15 mila euro da finto soldato Usa

Raggirata online da un seduttore senza scrupoli che ha scucito alla signora Giovanna la bellezza di ben 15 mila euro fingendosi innamorato di lei, nonché militare di stanza a Kabul

frame video Pomeriggio 5 in onda su Canale 5 - La signora Giovanna, Barbara D'Urso e il Comandante del Norm dei carabinieri Silvana Fabbricatore

La storia della signora Giovanna di Verona è stata raccontata in diretta televisiva quest'oggi, venerdì 20 ottobre, durante la trasmissione in onda su Canale 5 e condotta da Barbara D'Urso. Si tratta dell'ennesima truffa online, nata questa volta anche attraverso il social network Facebook, attraverso il quale il truffatore in questione ha chiesto l'amicizia di Giovanna ed è poi arrivato a conquistarne il cuore. 

La singnora veronese, con grande coraggio, ha raccontato tutta quanta la vicenda in televisione, mettendoci la faccia, sostenuta dalla conduttrice Barbara D'Urso in studio e con al suo fianco nella propria abitazione la giornalista di Canale 5 che aveva condotto l'inchiesta, oltre al nuovo Comandante del Norm dei carabinieri di Verona, il Tenente Silvana Fabbricatore da qualche giorno giunta in città. 

La truffa del finto soldato americano

L'uomo con il quale la signora Giovanna era entrata in contatto su internet, si era presentato inizialmente spacciandosi per un "soldato americano" di nome Williams. Costui era abilmente riuscito a fare breccia nel cuore di Giovanna, seducendola con parole affettuose e dolci complimenti che nascondevano tuttavia un doppio fine ben più prosaico: l'esplicita richiesta di denaro.

Non appena conquistata la fiducia della donna, il sedicente militare Usa aveva infatti iniziato a richiedere l'invio di somme di denaro, giustificando la cosa in vario modo. La prima volta si era trattato, ad esempio, del pagamento della retta per la scuola a Londra di sua figlia (ovviamente la cui esistenza era in realtà altrettanto presunta), poi via via chiedendo sempre somme maggiori con la scusa di dover sostenere spese per ottenere i documenti che gli consentissero di raggiungere a Verona la signora Giovanna, della quale diceva appunto di essersi innamorato. Il "soldato americano", infatti, durante la sua relazione online con Giovanna, aveva fatto credere a quest'ultima di essere di stanza a Kabul e di non potersi muovere da lì senza i soldi per la documentazione necessaria al viaggio.

Una truffa online da 15 mila euro

Nel complesso la donna veronese è arrivata ad inviare a questo presunto "militare Usa" la somma di 15 mila euro, vedendosi ad un certo punto costretta persino a chiedere un prestito di circa 1500 euro che attualmente sta ancora ripagando a rate. Il truffatore, invece, è arrivato a fare la sua ultima richiesta di denaro proprio ieri, pregando Giovanna di inviare altri 200 euro per poter concludere il pagamento di un ipotetico "Visto" dell'Ambasciata tedesca, grazie al quale poter arrivare a quella americana e poi giungere in Italia dalla sua "amata". Tutte bugie di un losco truffatore senza scrupoli, ovviamente. Ma questa volta Giovanna, grazie anche all'aiuto della trasmissione di Canale 5, invece che inviare denaro ha deciso di sporgere denuncia presso i carabinieri di Verona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia e la possibilità di riavere il denaro

In merito alla possibilità di recuperare il denaro ormai già inviato, si è detta possibilista il Tenente Silvana Fabbricatore che ha spiegato: «Al momento siamo alle indagini preliminari, ma non escludiamo la possibilità di recuperare almeno parte dei soldi in questione e certamente proveremo a fare in modo che vengano restituiti alla signora Giovanna». Quest'ultima, invece, se non altro, compiendo la propria denuncia nei confronti del suo truffatore, una cosa l'ha già riguadagnata: la sua dignità di donna, come lei stessa ha spiegato, orgogliosa di aver spezzato un circolo vizioso e sperando che l'aver svelato il tranello possa essere d'aiuto anche a tutte le donne o gli uomini che possono sempre incappare in simili tentativi di raggiro sul web. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

Torna su
VeronaSera è in caricamento