Cronaca

Ragazzi fermati e trovati possesso di hashish: pusher arrestato dai carabinieri

I controlli sul territorio dei carabinieri di Castel d'Azzano hanno portato prima a sorprendere alcuni giovani con delle modiche quantità di "fumo" e poi ad individuare un classe 1991 che in casa nascondeva oltre due etti di sostanza stupefacente

I carabinieri di Castel d'Azzano con il materiale sequestrato

Nella mattinata di venerdì, un'operazione antidroga dei carabinieri di Castel d'Azzano si è conclusa con l'arresto di P.C., classe 1991 originario della provincia di Brescia, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Nel mese di aprile, nel corso di alcuni servizi di contrasto allo spaccio di droga svolti nel territorio di competenza, i militari avevano fermato e controllato alcuni giovani, trovandoli in possesso di modiche quantità di hashish e segnaladoli poi alla Prefettura di Verona come consumatori. In questo contesto sono stati svolti alcuni accertamenti di polizia giudiziaria, che hanno portato a richiedere alla Procura scaligera un decreto di perquisizione domiciliare nei confronti di P.C., a carico del quale sarebbero emerse prove delle sua colpevolezza in merito alla vendita dello stupefacente. 

Venerdì mattina quindi è scattato il controllo presso la sua abitazione, dove i carabinieri avrebbero rinvenuto oltre due etti di hashish suddivisi in tre panetti, 1,4 grammi di marijuana, bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento. Conclusi gli atti di rito, il giovane è stato nuovamente condotto presso la sua abitazione, ma in regime di arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. 
Sabato mattina l'Autorità giudiziaria ha convalidato il provvedimento e disposto nei confronti di P.C. la misura dell’obbligo di firma tre volte a settimana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi fermati e trovati possesso di hashish: pusher arrestato dai carabinieri

VeronaSera è in caricamento