menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di repertorio)

(Foto di repertorio)

Per mesi aveva picchiato e minacciato la fidanzata. Giovane condannato

Le violenze erano periodiche e lui la terrorizzava anche con delle pistole detenute illegalmente. È stato condannato a 16 mesi di carcere con pena sospesa e a pagare un risarcimento

Un ragazzo e una ragazza appena maggiorenni che vanno a vivere insieme. Sembra l'inizio di una favola e invece è l'inizio di un incubo per una 18enne che tra la fine del 2012 e l'inizio del 2013 ha subito violenze fisiche e psicologiche dal suo compagno di allora. Per questi abusi, il giovane è stato condannato dal tribunale di Verona a un anno e quattro mesi di reclusione (pena sospesa) e a pagare un risarcimento alla ragazza di 5mila euro.

La notizia della condanna è stata diffusa da TgVerona, che ha riportato anche le vessazioni che la vittima ha dovuto continuamente subire. Il ragazzo la picchiava periodicamente e la terrorizzava anche con delle pistole detenute illegalmente. Tutto per paura che lei potesse lasciarlo. Era estremamente geloso tanto che in un'occasione le ha preso il cellulare per cancellare dalla rubrica tutti i contatti maschili. E ancora dopo averle fatto perdere i sensi con un pugno, l'ha tenuta chiusa in casa in modo che non potesse andare dai carabinieri a denunciarlo. Denuncia solo rimandata di qualche tempo. La ragazza si è rivolta alle forze dell'ordine dopo l'ennesimo atto di violenza del compagno che le aveva procurato lesioni guaribili in un mese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento