menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Solidarietà, giornata del sollievo alla Basilica di San Fermo

Domenica 27 maggio, alle ore 11,00, la Basilica di S. Fermo Maggiore ospita una speciale Celebrazione Eucaristica aperta a tutta la cittadinanza, organizzata dall'Associazione per l'Assistenza Domiciliare Oncologica

Domenica 27 maggio, alle ore 11,00, la Basilica di S. Fermo Maggiore spalanca le porte alla solidarietà, ospitando una speciale Celebrazione Eucaristica aperta a tutta la cittadinanza, organizzata dall’Associazione per l’Assistenza Domiciliare Oncologica, Onlus (A.D.O.), realtà veronese impegnata da anni in una preziosa opera di sostegno ai malati oncologici terminali.
 
L’iniziativa avrà luogo in occasione dell’XI Giornata Nazionale del Sollievo, promossa dal Ministero della Salute, assieme alla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e alla Fondazione Nazionale “Gigi Ghirotti”, per promuovere e testimoniare, attraverso l’informazione e tramite occasioni di sensibilizzazione e solidarietà, la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti i malati, affinché non resti soltanto un diritto desiderabile, ma si concretizzi in una cura possibile. A supporto di ciò, nel 2010, in Italia è stata approvata una legge (la numero 38) che ha sancito per tutti il diritto a non soffrire. Un provvedimento innovativo, che per la prima volta salvaguarda e garantisce l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore, al fine di assicurare il rispetto della dignità e dell’autonomia della persona umana accanto al bisogno di salute e alla qualità delle cure.

Creare consapevolezza nella popolazione e diffondere questo messaggio positivo è l’obiettivo primario dell’iniziativa che la Onlus veronese, da sempre sensibile a questa tematica, ha scelto di celebrare assieme a tutta la cittadinanza, nel cuore della città.


Stimolare la riflessione pubblica sui temi della terapia del dolore e del rispetto della persona malata è un’attività di inestimabile valore sociale, e un modo per aiutare i pazienti ad affrontare la malattia con minori difficoltà. Un impegno che coincide con la grande volontà della Onlus, da vent’anni al servizio dei malati oncologici terminali con un piano di assistenza gratuita a domicilio, reso possibile grazie al prezioso contributo dei volontari che ogni giorno, prestano il loro operato in aiuto ai tanti malati, consentendo loro di trascorrere in famiglia la fase più delicata del decorso clinico, secondo il principio delle cure palliative. Al termine della celebrazione, i volontari regaleranno a tutti i partecipanti un cestino di ciliegie, vere primizie di stagione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento