Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Valverde / Via Gian Matteo Giberti

Torna la Giornata di raccolta del farmaco. In Veneto coinvolte 427 farmacie

A livello regionale, nel 2017, sono state raccolte 33.218 confezioni di farmaci, per un valore economico superiore a 231.000 euro. In crescita rispetto al 2016

Sabato 10 febbraio 2018 si svolgerà in tutta Italia la XVIII edizione della Giornata di raccolta del farmaco (Grf). Sono 427 le farmacie venete che aderiscono all'iniziativa, in tutte le province. Le si potrà riconoscere perché esporranno la locandina della Grf. Grazie alle indicazioni del farmacista e all'assistenza dei volontari, si potrà acquistare uno o più medicinali da banco da donare ai poveri. I farmaci acquistati saranno consegnati direttamente agli enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

L’iniziativa è stata presentata a Venezia, nella sede della giunta regionale del Veneto, alla presenza dell'assessore regionale alla sanità Luca Coletto, del coordinatore di Banco Farmaceutico per il Veneto Matteo Vanzan e del presidente di Federfarma Veneto Alberto Fontanesi.

Sul territorio della Regione Veneto, nel 2017, sono state raccolte 33.218 confezioni di farmaci, per un valore economico superiore a 231.000 euro. nel 2016, ne state raccolte 31.467, per un valore economico pari a oltre 203.000 euro.

La Grf, grazie al fattivo contributo dei farmacisti e all'aiuto di migliaia di volontari, diventa anno dopo anno un evento sempre più atteso, a cui i cittadini veneti si sentono sempre più legati - ha dichiarato Matteo Vanzan - È cresciuta nel tempo la propensione alla solidarietà, anche perché chi dona un farmaco sa con precisione a chi viene donato: a persone o a intere famiglie in difficoltà che, spesso, abitano nel nostro stesso quartiere, o magari sono nostri vicini di casa. Queste persone possono contare solamente sugli enti assistenziali del territorio, ai quali Banco Farmaceutico destina i farmaci che si raccolgono.

È aumentato il numero di farmacie aderenti rispetto all'anno scorso, segno che la sensibilità dei farmacisti è sempre più diffusa. 

A molti potrà sembrare impossibile, ma ci sono ancora persone che vivono in condizioni tali da non potersi comperare nemmeno un'aspirina - ha aggiunto l'assessore Coletto - Il grande merito di questa iniziativa, oltre alla grande quantità di farmaci raccolti, è anche quello di portare alla luce questa realtà e di sensibilizzare chi, con pochi euro, può aiutare a sollevare tante persone dalla sofferenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la Giornata di raccolta del farmaco. In Veneto coinvolte 427 farmacie

VeronaSera è in caricamento