menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vasco Giannotti (Foto ArezzoNotizie)

Vasco Giannotti (Foto ArezzoNotizie)

Accusati di turbativa di bando, assolti l'ex deputato Giannotti e la moglie

L'aretino Vasco Giannotti e la compagna Giorgia Artiano erano imputati a Verona per una gara sospetta bandita dall'Ulss scaligera

L'ex deputato aretino Vasco Giannotti e sua moglie Giorgia Artiano sono stati assolti a Verona dall'accusa di turbativa di bando. Come riportato da ArezzoNotizie, i due imputati, difesi da Luca Fanfani e da Federica Valeriani, erano accusati di aver vinto irregolarmente una gara riguardante formazione ed eventi bandita dalla Ulss scaligera attraverso la società Gutemberg, di cui la Artiano è legale rappresentante. Ma il giudice ha deciso per la loro assoluzione.

La Artiano, inoltre, non dovrà rispondere delle accuse a lei mosse dalla Procura di Arezzo. In udienza preliminare, il gip ha decretato il non luogo a procedere, giudicando valide e non fittizie alcune fatture prodotte dalla società Gutemberg. Secondo l'accusa, quelle fatture avrebbero nascosto delle tangenti, ma la tesi si è rivelata infondata.

E queste decisioni della magistratura non potranno che aiutare Giannotti e Artiano nel processo principale che li vede imputati per riciclaggio a Modena. In quel processo, la società Gutemberg viene descritta come anello di congiunzione tra alcune aziende farmaceutiche e l'ex direttore del policlinico modenese Stefano Cencetti. Attraverso Gutemberg sarebbe transitato il denaro delle tangenti dirette a Cencetti. Ma con l'assoluzione di Verona e il non luogo a procedere di Arezzo, le posizioni dell'ex parlamentare e di sua moglie sembrano alleggerirsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento