rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Giallo sul lago, due corpi incappucciati e legati

Uomo e donna trasportati a Peschiera dalla corrente. Lei nel reggiseno aveva 200 euro

Due cadaveri ritrovati a distanza di poche ore l’uno dall’altro, un uomo e una donna, con mani legate dietro la schiena e la testa avvolta in un sacchetto di plastica. Sarebbero stati trascinati dalla corrente del lago da Lazise o Bardolino. I macabri ritrovamenti sono avvenuti sul lago di Garda, a Peschiera, nel canale di Mezzo: il primo ieri sera, attorno alle 22, con il corpo di un uomo anziano, tra i 70 e i 75 anni d’età, di circa 60 chili di peso, scoperto dai camerieri e dal titolare del bar- gelateria Centrale di via Dante. Il secondo è stato rinvenuto alle 10e45 di stamattina, a 150 metri di distanza dell’altro, nello spazio tra due barche del porticciolo: una donna di 60-65 anni, con mani e piedi legati e la testa in un sacchetto di cellophane.

Una coincidenza che, secondo i carabinieri del capitano Mario Marino, potrebbe ben presto tramutarsi nella certezza di un’esecuzione ai danni della coppia. Il primo corpo è stato ritrovato dagli addetti del bar ieri sera, alle 21e30. Addosso solo un pannolone: “Stavo ripulendo dalle alghe la nostra zattera galleggiante assieme a due miei camerieri- commenta il titolare del bar, Marco Menzani- con lo spostamento dell’acqua è riaffiorato un grosso involucro di cartone, impacchettato con lo scotch. Poi abbiamo visto il sacchetto di cellophan e la testa del corpo e abbiamo chiamato i carabinieri”.

Stamane, verso le 11e30 l’altra chiamata: un altro corpo, stavolta una donna, ritrovata dai titolari del ristorante pizzeria “La Vela”: “Ho visto un pacco di cartone ed ho subito pensato ‘Eccone un altro’. Ho chiamato mio marito e con l’aiuto di un bastone abbiamo cercato di verificare: spostando leggermente il pacco in acqua abbiamo visto il torace della donna e un braccio. Quando abbiamo visto la testa, con la faccia che sembrava persino truccata, abbiamo chiamato il 112”.

“I due anziani sono morti assieme- commenta il capitano dell’Arma, Mario Marino- da un primo esame sulle salme abbiamo fissato l’ora del decesso a 5-6 ore prima del ritrovamento. Quindi verso le cinque del pomeriggio di ieri. Altri accertamenti ci hanno permesso di affermare che siano stati gettati in acqua dalla zona di Lazise o Bardolino e siano poi stati trascinati dalla corrente del lago fino a Peschiera”. Sono cominciate verso le 13e15 e finite dopo un'ora le operazioni di ripescaggio per riportare sulla terraferma il corpo dell’anziana 70enne. Era vestita con una maglietta azzurra e una gonna rossa. Secondo alcune indiscrezioni, addosso alla donna, nascosti nel reggiseno, sono stati ritrovati due rotoli di banconote da 80 e 120 euro. Nessuna pista è esclusa per gli investigatori e si sta già indagando su quella passionale. Sul posto è giunta la dottoressa Elena Pellini, dell’istituto di Medicina legale di Borgo Roma, per l’esame necroscopico, che avverrà, per entrambi i corpi, oggi pomeriggio.

(ha collaborato Francesco Iannò)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo sul lago, due corpi incappucciati e legati

VeronaSera è in caricamento