Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Caprino Veronese / Piazza San Marco

Decapitata la statuetta di Gesù Bambino nel presepe di Caprino Veronese

Il parroco Gianni Gennaro non ha presentato denuncia ai carabinieri, ma ha comunque condannato il fatto nelle prime messe dell'anno e anche via Facebook, pubblicando la foto del Gesù Bambino decapitato

La foto pubblicata su Facebook da Gianni Gennaro

Come successo nella parrocchia di Pedemonte, a San Pietro in Cariano, anche a Caprino Veronese i fedeli lo hanno saputo durante la messa di Capodanno, notando che nella culla del presepe di piazza San Marco non c'era più la statuetta di Gesù Bambino. Nella notte di San Silvestro, il bambinello è stato decapitato. Un atto vandalico diverso da quello avvenuto a Pedemonte, dove la statuina è stata bruciata, ma altrettanto fastidioso e avvenuto sempre nella notte a cavallo tra il 2019 e il 2020.

Attualmente, il parroco della chiesa di San Maria Maggiore Gianni Gennaro non ha presentato denuncia ai carabinieri, ma ha comunque condannato il fatto nelle prime messe dell'anno e anche via Facebook, pubblicando la foto del Gesù Bambino decapitato.
Tanti i commenti di solidarietà per quanto è accaduto. I fedeli hanno scritto di essere rimasti senza parole ed hanno manifestato il loro dispiacere. Ed è stato anche accennato al fatto avvenuto a Pedemonte e il parroco Gianni Gennaro ha commentato: «Mal comune, ma non di certo mezzo gaudio».
Tutti, anche lo stesso parroco, hanno inquadrato l'episodio come un insulso atto di vandalismo, senza finalità particolari, se non quella di fare un dispetto. E un utente ha ricordato un fatto simile avvenuto 25 anni, sempre a Caprino, quando fu realizzato un presepio nella fontana di palazzo Carlotti. In quel caso le statuette del presepe furono distrutte con dei petardi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decapitata la statuetta di Gesù Bambino nel presepe di Caprino Veronese

VeronaSera è in caricamento