Cronaca Centro storico / Corte Giorgio Zanconati, 1

Padre e madre in disaccordo, giudici fanno scegliere la scuola al figlio di 11 anni

Il collegio del tribunale di Verona presieduto da Lara Ghermandi ha ritenuto che il ragazzino fosse in possesso di «capacità di discernimento e maturità» tali da esprimere «una esplicita e autentica preferenza»

(Foto di repertorio)

È stata una disputa dalla conclusione insolita quella che ha avuto luogo nei giorni scorsi nel tribunale di Verona. Padre e madre separati non riuscivano a mettersi d'accordo sulla scuola media che il figlio avrebbe dovuto frequentare e così, su indicazione del collegio del tribunale presieduto da Lara Ghermandi, è stato concesso al ragazzino non ancora undicenne di decidere autonomamente. Questo perché i giudici hanno ritenuto il figlio capace di «esprimersi con una naturalezza che ispira immediatamente simpatia» ed in possesso di «capacità di discernimento e maturità» tali da esprimere «una esplicita e autentica preferenza», come riportato da Ansa.

I due genitori erano in disaccordo perché il padre avrebbe voluto che il figlio frequentasse una scuola privata, mentre la madre desiderava che lui andasse in una scuola pubblica. Alla fine, il ragazzino ha spiegato di aver a lungo discusso della questione con i due genitori e di voler andare alla scuola pubblica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre e madre in disaccordo, giudici fanno scegliere la scuola al figlio di 11 anni

VeronaSera è in caricamento