Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

È stata la connazionale che li ospitava a segnalare i due ai carabinieri: una volta rientrata dal lavoro, avrebbe appreso la notizia del ritrovamento e notato l'assenza in casa del bimbo

Il piccolo insieme ad uno degli agenti delle Volanti che lo ha salvato

Sono un uomo di 30 anni e una donna di 34, entrambi originari della Romania e in Italia da più di un anno, la coppia di genitori rintracciata dai carabinieri della sezione radiomobile di Verona per aver abbandonato nella tarda serata di mercoledì il figlio di quattro mesi tra via Tevere e via Chioda, nel quartiere Golosine, trovato fortunatamente da un passante che ha avvisato il 113.
Secondo quanto riferisce l'Arma, il piccolo sarebbe nato lo scorso mese di luglio e, considerata la loro precaria situazione economica, i due avrebbero ricevuto aiuto da una conoscente. Potrebbe essere stata la pesante indigenza e un momento di grande sconforto ad indurli a prendere una decisione così tragica, che fortunatamente non ha però avuto un esito ancora più drammatico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due genitori sono stati individuati nella tarda serata di giovedì 15 ottobregrazie alla segnalazione della connazionale che li ospitava. La donna, rientrata dal lavoro ed appreso del ritrovamento di un bebè su un marciapiede del quartiere scaligero, non vedendo in casa il figlio dei suoi ospiti, ha subito dubitato di loro ed ha chiamato il 112 per segnalare il fatto.
I carabinieri hanno così potuto accertare che proprio i due stranieri sono i genitori del piccolo trovato nel quartiere Golosine e che loro è la responsabilità dell’abbandono. Sono ancora in corso, coordinati dalla magistratura scaligera, gli accertamenti per comprendere cosa abbia indotto i due giovani ad un gesto così estremo, se sia stata solo la disperazione per la loro indigenza economica oppure se vi siano motivi di altra natura.
Fortunatamente il piccolo Zeno, così è stato chiamato dai sanitari della Pediatria dell’ospedale di Borgo Trento che amorevolmente lo stanno accudendo, sta bene e nei prossimi giorni i servizi sociali del Comune di Verona provvederanno al suo affidamento. I suoi genitori, oltre che convivere con il rimorso per il gesto contronatura commesso, dovranno rispondere dell’accusa di “abbandono di persone minori o incapaci aggravato in quanto commesso dal genitore” con la quale i militari li hanno deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verona.

WhatsApp Image 2020-10-16 at 13.31.47-2
I carabinieri nel quartiere Golosine

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Rintracciati dai carabinieri di Verona i genitori del bambino abbandonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento