menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I genitori vengono arrestati per furto. Bimba di 4 mesi data in affidamento

I due, con problemi di droga, hanno scippato una ragazza e sono fuggiti in auto. Nella vettura c'era anche la piccola. L'arresto è stato eseguito dalla polizia in via Germania, vicino al Sert

La chiamata alla sala operativa della questura di Verona è arrivata alle 11.30 di ieri, 24 agosto. A chiamare è stata una ragazza italiana che ha raccontato di essere stata scippata in via Rienza. Al telefono, la vittima del furto ha descritto l'uomo che l'aveva da poco derubata e che per scappare era salito su un'auto guidata da una donna. Altre indicazioni utili per le ricerche le ha raccolte la volante di zona, che in via Germania, vicino all'ingresso del Sert, ha individuato sia la macchina che i due soggetti.

Sottoposti a perquisizione personale e veicolare, i due sono stati trovati in possesso di una banconota da 20 euro, prelevata della borsetta della ragazza scippata. Borsetta poi abbandonata in un cestino di via Chioda. L'autore dello scippo è stato identificato, le sue iniziali sono D.L., è un 28enne di Bussolengo. Il giovano ha collaborato con gli agenti, permettendo il recupero della borsetta e del suo contenuto.

Insieme a lui c'era la compagna, iniziali S.C., mantovana classe '86 e nell'auto c'era anche la loro bambina di 4 mesi la quale, durante la fuga, si trovava nel seggiolino assicurato nei sedili posteriori dell'auto.

D.L. ha spiegato di aver commesso il furto per una serie di circostanze economicamente sfavorevoli. Ha aggiunto di non avere un lavoro e di essere iscritto ad un programma di recupero per tossicodipendenti del Sert di Verona. Anche S.C. si è dichiarata tossicodipendente, pur non seguendo un apposito programma di recupero. Inoltre, durante la permanenza in questura è stata colta da un malore dovuto ad una crisi d'astinenza.

Data la situazione, d'intesa con il sostituto procuratore Rossato della procura dei minori di Venezia, la neonata è stata temporaneamente affidata ad una struttura di accoglienza. Per i genitori, invece, sono scattate le manette per furto aggravato in concorso tra loro.

Questa mattina, 25 agosto, in sede di direttissima, dopo la convalida dell'arresto, i due sono stati rimessi in libertà in attesa dell'udienza rinviata al 24 aprile.

La presenza della bambina a bordo ha particolarmente scosso gli operatori di polizia, sin da subito preoccupati. Gli agenti si sono impegnati in una raccolta fondi da destinare alla struttura che si prenderà cura della piccola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento