Cronaca Via Trento

Non rispetta le misure cautelari e genera agitazione, portato in carcere

I carabinieri hanno condotto a Montorio un cittadino marocchino, classe '89, protagonista di alcuni spiacevoli episodi nella zona di via Trento, a San Bonifacio

Carabinieri San Bonifacio

Questa mattina, 5 febbraio, i carabinieri hanno rintracciato e portato in carcere il cittadino marocchino, classe '89, protagonista di alcuni episodi che recentemente avevano creato agitazione nella zona di via Trento, a San Bonifacio.

Le iniziali del nome dell'uomo sono B.A. e il provvedimento su di lui è stato emesso dal Tribunale di Verona. Il cittadino marocchino era stato arrestato due volte per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, nel giugno e nel settembre scorsi, quando ferì alcuni militari e danneggiò anche una loro autovettura. Le misure cautelari emesse nei suoi confronti erano state l'obbligo di dimora a San Bonifacio e l'obbligo di presentazione giornaliera ai carabinieri. Prescrizioni che B.A. non aveva rispettato e per questo si è giunti oggi all'incarcerazione.

Ma, per i carabinieri, l'arresto odierno è anche una risposta all'allarme sociale creato dalla presenza di B.A. a San Bonifacio. L'8 gennaio scorso, infatti, il cittadino marocchino aveva danneggiato dei beni di un condominio vicino al Vivo Pizza e Kebab di via Trento. E sempre nella stessa via, venerdì scorso, B.A. si era barricato all'interno della pizzeria La Tavernetta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non rispetta le misure cautelari e genera agitazione, portato in carcere

VeronaSera è in caricamento