Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Covid e crisi, ipotesi ristoranti aperti a cena. Ministra Gelmini: «Maggio mese di riaperture»

La ministra Mariastella Gelmini: «Il governo è pronto a riaprire, qualcosa già dal 20 di aprile lo stiamo valutando per alleggerire le misure. Maggio sarà il mese delle riaperture»

Bar - Ristorante

Si terrà giovedì 15 aprile la Conferenza Stato-Regioni che potrebbe risultare la sede per il primo vero confronto verso le prossime riaperture nel nostro Paese. Come noto, in questa fase le norme in vigore fino al 30 aprile prevedono che l'Italia sia suddivisa in aree arancioni oppure rosse, mentre la zona gialla è stata al momento "sospesa". Il Consiglio dei ministri potrebbe però prendere delle decisioni al riguardo e ripristinare ad esempio l'applicazione delle norme "gialle" alle Regioni con dati epidemiologici da zona gialla. La data per questo tipo di valutazioni ancora non c'è, ma si fa sempre più insistente l'ipotesi di una Cabina di regia che potrebbe essere convocata entro la prossima settimana, proprio per fornire una sorta di "piano delle riaperture".

Nel frattempo giovedì, secondo quanto appreso dall'Ansa, i governatori di Regione porteranno al governo una propria proposta circa le linee guida per le riaperture. Si parla di aprire ristoranti anche a cena sfruttando gli spazi all'aperto e cercando di godere dei benefici della bella stagione ormai prossima. Sul tavolo però verranno messe anche le possibili riaperture di attività delle quali si è oramai quasi smesso di parlare, purtroppo, da tanto tempo oggetto di chiusure forzate: palestre, piscine, ma anche quegli stessi luoghi della cultura come cinema, teatri e musei che, da Dpcm 2 marzo 2021, in area gialla potrebbero essere aperti facendo data dallo scorso 27 marzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'intervista ad AnconaToday della ministra Gelmini in visita nelle Marche

Un altro fronte sul quale le Regioni si starebbero muovendo è quello che prevede la proposta di apportare delle modifiche ai parametri sulla valutazione del rischio epidemiologico all'interno dei singoli territori da parte della Cabina di regia nazionale ai fini del monitoraggio settimanale. In tal senso, una delle proposte verterebbe sul fatto di tenere in considerazione anche il numero di somministrazioni di vaccino anti-Covid effettuate. A parlare di riaperture nelle scorse ore è stato anche lo stesso ministro della Salute Roberto Speranza, il quale però ha indicato il mese di giugno quale possibile momento di svolta e si è concentrato più che altro sul tema della mobilità: «Auspico che avremo la "green card" a giugno, penso che sia importante perché consente di guardare con maggiore fiducia a spostamenti e mobilità, - ha spiegato il ministro della Salute Roberto Speranza intervistato durante la trasmissione tv Porta a Porta - Ho proposto che al livello dei paesi del G7 si possa adottare lo spesso modello, quindi non solo all'interno dell'Unione europea, ma anche all'interno dei Paesi più importanti del mondo». Gelo invece per quel che riguarda la possibilità di riaprire le discoteche, passaggio giudicato «prematuro» da affrontare oggi, rispetto al quale è stato poi sottolineato dal ministro: «Non dimentichiamo quello che è successo l'estate scorsa».

Decisamente più possibilista in tema di prossime riaperture per le attività economiche è stata invece un'altra esponente di governo, vale a dire la ministra per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini, la quale nelle scorse ore ha dichiarato ad AnconaToday: «Le riaperture sono condizionate all'andamento dei contagi e soprattutto alla corsa per vaccinare gli over 80, i pazienti fragili, i disabili, insomma coloro che contraendo Covid potrebbero rimetterci la vita. Quindi, sulla base di questi due parametri, il governo è pronto a riaprire, qualcosa già dal 20 di aprile lo stiamo valutando per alleggerire le misure. Maggio - ha poi aggiunto la ministra Mariastella Gelmini - sarà il mese delle riaperture, il mese di aprile è stato utilizzato per la scuola e sono ripartiti i concorsi. Ci rendiamo conto che le attività economiche stanno soffrendo, quindi andiamo verso le riaperture anche delle attività economiche, però occorre valutare verso la fine del mese l'andamento dei contagi e l'andamento delle vaccinazioni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e crisi, ipotesi ristoranti aperti a cena. Ministra Gelmini: «Maggio mese di riaperture»

VeronaSera è in caricamento