L'Amazzonia arriva al Gardaland Sea Life Aquarium, con i piranha vegetariani

In una stanza è stato ricreato un ambiente originale con piante acquatiche e pesci d'acqua dolce tropicali. E si potrà ammirare anche l'ultimo arrivato nell'acquario gardesano: lo squalo chitarra

Tra le vasche di Gardaland Sea Life Aquarium, a partire da questo weekend, gli ospiti potranno scoprire un angolo di foresta amazzonica. In una stanza è stato ricreato un ambiente originale con piante acquatiche e pesci d'acqua dolce tropicali tra i quali i curiosi piranha vegetariani accanto a quelli carnivori.

Per chi ha sempre pensato che i pesci piranha fossero solo carnivori, nell'acquario gardesano scoprirà che ne esistono anche di vegetariani. I piranha sono pesci dall'anatomia e dalle caratteristiche uniche e hanno fama di essere voraci e implacabili predatori. Tendono a nascondersi in mezzo alla vegetazione e in natura sono molto attivi nel pomeriggio e fino a inizio serata, momento in cui si rifugiano in luoghi riparati. Il loro tratto distintivo è costituito dai denti ricurvi e a forma triangolare, che hanno come caratteristica quella di chiudersi a cerniera come quelli dei coccodrilli. Il piranha è inoltre in grado di percepire le più piccole variazioni dell'ambiente circostante grazie ad una particolare struttura ossea modificata che collega la vescica natatoria all'orecchio interno.

Gardaland Sea Life Aquarium offrirà un'esperienza di edutainment, ovvero insegnare divertendo, grazie ad una serie di giochi, colorati pannelli e spiegazioni dei talker pronti a dare informazioni a tutta la famiglia. Così si potranno scoprire le caratteristiche dei piranha ma anche che il bacino amazzonico è la maggior riserva di acqua dolce del pianeta e che nei fiumi che attraversano la foresta nuotano pesci appartenenti ad un numero di specie oltre 30 volte maggiore che in tutti i corsi d’acqua d'Europa messi insieme.

E se da un lato dell'acquario sguazzano piranha e pesci palla, dall'altro il re delle acque indo-pacifiche si fa spazio tra il reef della vista oceanica: si tratta dello squalo chitarra, nuovo ospite di Gardaland Sea Life Aquarium. È un singolare esemplare dalla forma insolita e quasi preistorica, a metà tra uno squalo e una razza, che nuota con grande eleganza. Pesa all'incirca 70 chili, è lungo quasi due metri e largo 70 centimetri. È arrivato da poco al Sea Life ma si è già ben adattato. A volte in disparte, posato sul fondo, lo squalo chitarra viene alimentato 2 volte al giorno con 600 grammi di pesce alternando calamari, naselli e, qualche volta, granchio.

Questo esemplare è diffuso nelle acque tropicali costiere dell'area indo-pacifica e vive fino a 90 metri di profondità. Il suo aspetto è caratterizzato dall’ampio corpo massiccio e dal muso appuntito. La linea della sua bocca è fortemente ondulata e possiede creste spinose su testa e schiena. La vegetazione presente nelle vasche non è riprodotta ma è tutta originale, formata da specie di piante acquatiche tropicali che puntano a ricreare perfettamente l'habitat, mettendo gli esemplari a proprio agio seppure tra gli sguardi curiosi e divertiti di grandi e bambini.

Al Gardaland Sea Life Aquarium sono stati inseriti anche altri curiosi esemplari tra i quali spiccano i pesci arciere, che sparano getti d’acqua per abbattere le prede. E passeggiando tra le 40 vasche tematizzate è possibile ammirare da vicino oltre 5.000 straordinarie creature marine di 100 diverse specie, dagli squali ai cavallucci marini, dal pesce scorpione alle stelle marine, dalle meduse ai pesci tropicali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

Torna su
VeronaSera è in caricamento