Bivacchi e consumo di droga nei garage di un condominio: 40enne denunciato

Sono stati i residenti a segnalare alla Polizia locale di Verona che alcune persone si erano insediate abusivamente nei due piani dell’autorimessa interrata, così nella mattinata di mercoledì è scattato l'intervento

Pico, il cane antidroga della Polizia locale di Verona

Non si ferma l’attività della Polizia locale di Verona contro bivacchi abusivi e consumo di stupefacenti. Mercoledì mattina i vigili di quartiere di borgo Venezia sono intervenuti, assieme all’unità cinofila, in un grande condominio di via Montorio.
Grazie a questo intervento è stato rintracciato e denunciato un 40enne, cittadino bosniaco residente a Genova, sorpreso a bivaccare all’interno di un garage sottostante il palazzo. L’uomo è stato segnalato all’autorità giudiziaria per invasione di edificio.

I residenti del condominio avevano segnalato che, da qualche settimana, alcune persone si erano insediate abusivamente nei due piani dell’autorimessa interrata, approfittando del lockdown. Nei giorni scorsi, ad esempio, dei ragazzi erano stati visti utilizzare i garage come abitazione. Tra loro anche individui dediti al consumo di droghe, visto che il cane Pico ha trovato, in alcuni garage aperti, tracce di stupefacenti.

L’intervento della Polizia locale ha permesso di verificare eventuali presenze sospette in tutti i garage dell'edificio, mentre i numerosi segni di bivacchi sono stati eliminati da una ditta di pulizie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ringrazio i residenti e l’amministratore di condominio, che aveva sporto querela, – ha detto l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato – perché le loro segnalazioni ci hanno permesso di intervenire efficacemente. Ho sempre detto che a Verona non ci possono essere zone franche per chi vive al di fuori delle regole e anche oggi lo abbiamo dimostrato. I cittadini hanno diritto a vivere sicuri perciò continueremo a vigilare a borgo Venezia e negli altri quartieri della città: la nostra attività a tutela della sicurezza di tutti non si è mai fermata durante l'emergenza sanitaria e sarà costante anche nei prossimi mesi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Hellas Verona - Genoa, probabili formazioni | Difesa gialloblù in emergenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento