Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Via Navene Vecchia

Gambero Rosso e chef Giorgione tornano sul Baldo per le ricette invernali

Dopo le puntate registrate a giugno e trasmesse da Sky a settembre, il cuoco umbro è tornato nella zona veronese, a caccia stavolta dei tipici prodotti e piatti della stagione fredda

Ci sarà anche il menù invernale del Baldo sul canale Sky, Gambero Rosso, dedicato alla cucina, sempre con lo chef umbro Giorgione come personaggio di punta. Fino al 10 febbraio infatti, la troupe di Giorgio Barchiesi, in arte Giorgione, sarà nell’ex caserma della Finanza alla stazione di arrivo della funivia per girare le puntate che andranno in onda sul canale 412 a marzo.

Giorgione Bardolino-2

Ospitato e organizzato dalla Funivia di Malcesine, Giorgione conclude così il suo ciclo culinario dedicato ai prodotti di nicchia del Baldo e del lago. Lo scorso giugno, infatti, aveva accolto l’invito della Funivia per “inventare” nuove ricette con i prodotti tipici locali estivi e ne erano scaturite 7 puntate, trasmesse da settembre a novembre. Stavolta, la sua ricerca lo ha portato fra la neve di Ferrara di Monte Baldo per il pane artigianale fatto dal sindaco Paolo Rossi, e quella di Novezza dove ha trovato alcune erbe aromatiche all’Orto Botanico. Nel freddo di San Zeno ha scovato il formaggio di malga e a Torbole il broccolo. Sulle sponde del lago invernale, invece, ha trovato l’olio novello di Malcesine, la carne a Brenzone, il luccio a Castelletto, il luccio e le sarde sott’olio a Garda, il vino a Bardolino.

sindaco Paolo Rossi-2

"Sulle ricette che sto preparando non voglio rivelare molto – avverte Giorgione -. Posso solo dire che ho rivisitato la Carbonera con un burro aromatizzato alle erbe di Novezza, che ho ampiamente utilizzato anche per fare la Zuppaccia con verza, nepitella, erba noce, crispigno (tipo tarassaco). Ho fatto anche un gran risotto con luccio e sarde, e scoperto che il Bardolino è un ottimo vino per la cottura delle carni".

Giorgione a Garda-2

Anche in questa seconda edizione, la lavorazione della troupe ha seguito il 'metodo Giorgione', secondo il quale i giorni dedicati alla spesa e alla ricerca di prodotti e produttori d’eccellenza sono altrettanto importanti quanto la rielaborazione ai fornelli. In totale, dunque, sono serviti cinque giorni per realizzare 10 ricette.

Giorgione cucina-2

Stavolta, però, c’è stato un inaspettato fuori programma. A Riva del Garda, c’è stato un inaspettato incontro casuale Giovanni Rana, che era in visita privata all’Expo, la fiera della ristorazione. "Giovanni Rana è un mostro sacro e mi ha colpito molto che sapeva tutto di me – ha detto Giorgione -. Mi ha rivelato di essere un mio ammiratore e di guardare sempre i miei programmi perché riesco a comunicare alla gente. Rappresentiamo due diverse generazioni di proposte alimentari, ma ci accomuna il fatto di mettere la qualità davanti a tutto. Non lo conoscevo di persona e mi ha colpito molto la sua grande gentilezza. Anch’io gli ho fatto i complimenti perché nel suo settore è effettivamente un personaggio".

Giorgione Formaggioni Rana-2

Guidato dal regista Stefano Monticelli, il gruppo di lavoro ha seguito tutte le tappe dello chef. "Il Baldo e il lago in inverno sono molto belli. Paesaggi che cambiamo e con loro cambiano anche i prodotti. Pesce e carne hanno sapori diversi. Io non so mai prima cosa preparerò, lo decido sul posto in base ai prodotti locali di qualità che trovo", ha spiegato Giorgione, che ha un ristorante a Montefalco 'Alla via di mezzo', dove le prenotazioni hanno una lista di attesa di vari mesi. "L’ispirazione viene facendo la spesa e qui nel Baldo Garda avete dei prodotti meravigliosi, ma soprattutto fatti con tutti i crismi".

risotto luccio e sarde-2

Ad accompagnare Giorgione nella ricerca dei prodotti locali è stato Paolo Formaggioni, membro del cda della Funivia. "Non è una ripetizione della scorsa esperienza – commenta Formaggioni -, con Giorgione è sempre una nuova avventura. Il Baldo con la livrea invernale della neve è uno spettacolo che merita mandare sui canali nazionali e per noi è una grande occasione far conoscere prodotti di nicchia che, a volte, nemmeno i veronesi conoscono. Tra l’altro, le produzioni invernali sono molto interessanti, lo ha confermato anche Giorgione. Ne è valsa la pena. Con le sue trasmissioni avremo una bella valorizzazione del nostro territorio, e come Funivia è proprio l’obiettivo che vogliamo raggiungere: invogliare le persone a visitare la nostra zona che è piena di eccellenze. Con queste azioni promozionali, la Funivia si pone come l’elemento centrale dell’Alto Garda".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gambero Rosso e chef Giorgione tornano sul Baldo per le ricette invernali

VeronaSera è in caricamento