Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Piazza Mercato

Inaugurata la nuova Gam. Soragni: "Verona verso un articolato sistema dei Musei"

La Galleria d'Arte Moderna Achille Forti ha presentato sabato 5 settembre in anteprima il nuovo percorso arricchito di ben 80 opere. Presente anche Soragni direttore generale del Ministero dei Beni Culturali

Presentata ieri sabato 5 settembre in anteprima, la nuova esposizione alla Galleria d'Arte Moderna Achille Forti. Presente all'evento anche il direttore generale del ministero dei Beni culturali Ugo Soragni, recentemente nominato. La Gam è stata arricchita di 80 nuove opere, per un nuovo percorso che spazia dal XIX° secolo fino alle opere dell'Arte informale, ma la sensazione nell'aria è che il rinnovamento arriverà ad avere un'ampia portata, tale da coinvolgere molte altre realtà culturali urbane.

Sul colle del Teatro Romano, al momento si stanno per concludere le operazioni di restauro e ammodernamento del Museo Archeologico, mentre alla Tomba di Giulietta la collezione degli Affreschi sta anch'essa per essere arricchita. In progetto resta inoltre il trasferimento del Museo di Storia Naturale, dall'attuale sede in Lungadige Porta Vittoria fino a Castel San Pietro, anche se in questo caso i dubbi in merito sono molti: il rischio è infatti quello di veder diminuite le visite, invece che valorizzare un museo già di per sé non troppo conosciuto tra i turisti e che in realtà presenta collezioni di grande splendore. E ancora, come già più volte ricordato, resta da capire se e quando, oltre a come, si svilupperà la questione relativa al piano di rivalutazione dell'Arsenale, così come anche si dovranno attendere la fine dei lavori per la ristrutturazione del palazzo del Capitanio che però ancora non sono partiti. Lo stesso sito web del Centro Internazionale di Fotografia agli Scavi Scaligeri, al momento riporta la data di inizio della "sospensione delle attività", ma non quella della fine o di un'eventuale nuova destinazione dell'attività espositiva. Mentre da Fondazione Cariverona fanno sapere, così come riferisce l'Arena, che a lavori ultimati un'ala del Palazzo del Capitanio sarà adibita per l'esposizione di opere di proprietà della stessa Fondazione.

Una buona notizia arriva comunque sul versante archeologico, così emerge dalle parole dello stesso Ugo Soragni riportate dall'Arena: "Sta procedendo la sistemazione delle raccolte archeologiche all'ex carcere austriaco di San Tomaso. Quanto manca al termine dei lavori? Un paio d'anni. Ma il progetto, statale, è finanziato e procede spedito". All'interno dell'ex carcere, dovrebbe infatti sorgere una sorta di secondo Museo Archeologico cittadino, in grado di ospitare gli innumerevoli reperti rinvenuti in oltre 40 di attività in tutto il Veronese, e che finora purtroppo erano spesso accatastati negli scatoloni di qualche magazzino senza la possibilità di essere fruiti dal grande pubblico.

Ad ogni modo il vento sembra star cambiando ed è ancora Soragni a spendere parole di grande speranza in questo senso, così come riferito dall'Arena: "Verona si sta avviando virtuosamente verso la creazione di un sistema articolato dei musei". Non possiamo che augurarcelo tutti quanti. Sempre ieri alla Gam era presente anche il Sindaco Flavio Tosi, il quale ha anch'egli espresso parole di grande ottimismo in merito al rinnovamento in atto su più piani nel paesaggio museale di Verona, così come riporta anche l'Arena: "Il Museo archeologico al Teatro Romano è quasi pronto, e il cantiere della funicolare procede. A Castel San Pietro i lavori sono stati rallentati dai ritrovamenti archeologici, ma si sta andando avanti, e l'anno prossimo si procederà agli allestimenti. Credo, in definitiva che il sistema veronese dei musei vanterà un'offerta sempre più ampia, e i risultati sono già visibili nel prolungamento della permanenza media dei turisti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata la nuova Gam. Soragni: "Verona verso un articolato sistema dei Musei"

VeronaSera è in caricamento