Fusti abbandonati a Porto San Pancrazio, esposto ai vigili del fuoco

Il rinvenimento dei bidoni che presentano la stampigliatura del pericolo radioattivo è avvenuto nei pressi di forte Santa Caterina ad opera di Isde

Uno dei furti abbandonati con sopra la stampigliatura del materiale radioattivo

Alcuni attivisti del raggruppamento scaligero della associazione Isde-Medici per l'ambiente hanno «scovato una mezza dozzina di bidoni vuoti e abbandonati alcuni dei quali recano la stampigliatura del pericolo radioattivo». Il ritrovamento è avvenuto mercoledì 30 settembre in un terreno nascosto all'interno dell'area naturalistica adiacente forte Santa Caterina, nel quartiere Porto San Pancrazio a Verona. Isde, che sta approntando un esposto urgente che indirizzerà ad horas ai vigili del fuoco, si augura che le autorità facciano chiarezza sulla natura dei fusti rinvenuti anche per quanto riguarda «la loro provenienza giacchè non ci si spiega come sia finito lí e perchè». Isde precisa per di piú che sarebbe importante capire se altri accumuli simili siano dislocati nelle vicinanze «o nel sottosuolo». Chi scrive ha potuto appurare in loco la presenza dei bidoni (vedi foto). Fra questi alcuni sono etichettati Eni, ma non presentano alcuna stampigliatura perchè la vernice è totalmente sbiadita. Riconoscibili invece sono i contenitori metallici della Komatsu (nota multinazionale giapponese attiva nella metalmeccanica, nel settore minerario e in quello militare) sui quali giustappunto, anche se un po' sbiadita è riconoscibile la stampigliatura del materiale radioattivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

WhatsApp Image 2020-10-01 at 15.35.13-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Hellas Verona - Genoa, probabili formazioni | Difesa gialloblù in emergenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento