rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Porto San Pancrazio / Lungadige Galtarossa

Fusione Agsm-Aim, Venturi è ottimista: "Se ne parla da tanto, ora è realtà"

I consigli comunali di Verona e Vicenza avranno tempo fino al 30 settembre per approvare il documento che porterà all'unione tra le due multiutility

Il prossimo consiglio comunale di Verona avrà tempo fino al 30 settembre per approvare o respingere il protocollo per la fusione tra Agsm e Aim. Il documento, al momento, è stato approvato dalle giunte di Verona e Vicenza e per la ratifica dei due consigli comunali è stato dato tempo fino alla fine di settembre proprio per agevolare l'amministrazione scaligera, interessata dalle elezioni di oggi, 11 giugno.

Bisognerà dunque aspettare l'autunno, ma intanto il presidente di Agsm Fabio Venturi mostra ottimismo. "Ci sono tutte le condizioni per pensare che, in futuro, il Veneto avrà una grande multiutility in grado di competere con i più importanti player nazionali - ha dichiarato Venturi - Dopo tanti anni in cui se ne parla, finalmente è diventata realtà. Vorrei ringraziare personalmente tutti i dirigenti e i funzionari di Agsm e di Aim e gli advisor che, nelle scorse settimane, hanno lavorato duro per raggiungere questo risultato. Il mio grazie va anche ai sindacati per il prezioso apporto prestato. E il pensiero più importante va al mio collega Paolo Colla (amministratore unico della vicentina Aim, ndr), con il quale spero di poter festeggiare quanto prima il lavoro iniziato il 2 novembre scorso e mai interrotto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusione Agsm-Aim, Venturi è ottimista: "Se ne parla da tanto, ora è realtà"

VeronaSera è in caricamento