Lugagnano. Mentre è in corso la partita, i ladri svaligiano gli spogliatoi

Il furto è stato scoperto alla fine del primo tempo tra Lugagnano e Ca' di David. I ladri sono riusciti a passare dalla piccola finestrella dello spogliatoio ospite

Alla fine la partita di calcio del campionato di Promozione tra Lugagnano e Ca' di David è finita in parità, 0-0, ma i giocatori del Ca' di David qualcosa hanno perso. C'è chi ci ha rimesso dei soldi, chi il cellulare e chi le chiavi dell'auto. Nessun tentivo di corruzione dell'arbitro tramite l'offerta di effetti personali, semplicemente un furto avvenuto nel pomeriggio di ieri, 27 novembre, durante il primo tempo della partita

I giocatori se ne sono accorti all'intervallo e hanno avvisato i carabinieri, come raccontato su L'Arena. I ladri sono passati attraverso la piccola finestra dello spogliatoio della squadra ospite e hanno portato via gli oggetti di valore che hanno trovato. Sul posto è stato ritrovato un maglione usato dal malvivente per proteggersi mentre entrava dalla finestrella e danneggiava la parete attorno all'infisso per farsi largo.

I carabinieri hanno raccolto tutte le testimonianze che potevano essere utili per l'identificazione dei malviventi. Purtroppo nessuno ha fatto caso a movimenti sospetti attorno agli spogliatoi, perché tutti stavano seguendo la partita. Anche il custode non ha potuto dare indicazioni molto utili. I militari stanno anche indagando sulle modalità di accesso dei ladri all'impianto, dato che l'ingresso era chiuso e le recinzioni non sono state forzate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

Torna su
VeronaSera è in caricamento