Cronaca Arcole

Denuncia il furto di una tonnellata di rame, ma l'aveva venduto ad una ditta veronese: 25enne nei guai

Sono stati i carabinieri i Albignasego, con il supporto dei colleghi della Forestale di Vicenza, a svolgere le indagini e a deferire la legale rappresentante di una società di Maserà che si occupa di commercio di autoveicoli

Aveva denunciato il furto, ma in realtà la merce l'avrebbe venduta ad un'azienda della provincia di Verona ed è stata quindi denunciata per simulazione di reato. 

Come riferiscono i colleghi di PadovaOggi, le indagini condotte dai carabinieri i Albignasego, con il supporto dei colleghi della Forestale di Vicenza, hanno trovato la loro conclusione l'8 settembre con il deferimento di una 25enne padovana. 
La donna è la legale rappresentate di una società di Maserà che si occupa di commercio di autoveicoli e nei primi giorni di luglio ha denunciato ai carabinieri il furto di una tonnellata di rame in barre e filo. Secondo il racconto della 25enne, alcuni ladri si sarebbero introdotti nel magazzino aziendale e avrebbero prelevato il materiale, ma l'attività investigativa avrebbe fatto capire in fretta ai militari che qualcosa non tornava. 
Il rame sparito dal magazzino in realtà era stato già posto sotto sequestro dai carabinieri forestali di Vicenza su provvedimento della locale procura: era stato ceduto dall’indagata stessa a un’azienda di Arcole, che si occupa di raccolta e trasporto di rottami metallici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia il furto di una tonnellata di rame, ma l'aveva venduto ad una ditta veronese: 25enne nei guai

VeronaSera è in caricamento