rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Centro storico / Corso Cavour

Colpo a Castelvecchio: 6 gli arresti convalidati. Il valore dei quadri stimato in 17 milioni

Per sei indagati nell'ambito dell'indagine in merito al furto di opere d'arte nel Museo di Castelvecchio, è arrivata la convalida dell'arresto

Il furto del secolo a Castelvecchio comincia dunque ad assumere una sua fisionomia, mentre per sei indagati in Italia è stato convalidato il fermo e per cinque di loro anche la permanenza in carcere. A S. T. sono stati concessi i domiciliari, in quanto madre di una bambina di soli due anni.

Ad essere liberato, così come riferito anche dal quotidiano L'Arena, è stato invece C. V., per il quale a detta del gip non sussisterebbero sufficienti indizi che ne rivelino l'effettivo coinvolgimento nella maxi operazione criminale. Il valore complessivo delle opere trafugate, secondo quanto indicato dallo stesso magistrato, sarebbe di circa 17 milioni di euro.

A renedere il colpo così agevole la notte del 19 novembre scorso, pare ormai acclarato che fu proprio il contributo decisivo della guardia giurata, la quale ad una visione attenta dei filmati, si rivela talvolta lasciata persino libera di muoversi senza ricevere particolari attenzioni dagli altri criminali. Un chiaro segno di come la sua presenza non preoccupasse affatto i rapinatori.

Altro fattore decisivo, legato sempre alla figura della guardia giurata di Sicuritalia, è il fatto che i banditi abbiano agito con la piena consapevolezza che nessun tipo d'allarme sarebbe scattato verso la centra operativa. Infine tra le tante anomalie, da registrare anche il pieno di benzina della vettura d'ordinanza, così come il fatto che lo stesso S., quella sera, avesse insolitamente tenuto nelle sue tasche le chiavi dell'auto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo a Castelvecchio: 6 gli arresti convalidati. Il valore dei quadri stimato in 17 milioni

VeronaSera è in caricamento